25 aprile, Alghisi: le idee valgono per quello che costano, non per quello che rendono | IL DISCORSO

0
Il presidente della Provincia Samuele Alghisi, foto da ufficio stampa
Il Presidente dellla Provincia Samuele Alghisi ha scelto il Mortirolo, luogo simbolo della Resistenza, per commemorare il 25 Aprile. Di seguito il discorso integrale, che si conclude con una citazione di padre Giulio Bevilacqua: Le idee valgono per quello che costano non per quello che rendono..

IL DISCORSO INTEGRALE DI SAMUELE ALGHISI

Cari cittadini e cittadine di questa grande provincia di Brescia, 
quello che stiamo per vivere non sarà certo il 25aprile che siamo abituati a festeggiare. ma ho voluto ugualmente ed in via eccezionale venire in un luogo simbolo della resistenza a portare la testimonianza dei sindaci bresciani. Noi dobbiamo e vogliamo ricordare anche in questa occasione i valori di libertà, di democrazia, di solidarietà e fratellanza,  dobbiamo ricordare il sacrificio dei tanti uomini e delle tante donne che sono caduti per difendere questi valori, per dare a noi e ai nostri figli un futuro migliore.
Quest’anno, nel 75esimo anniversario della Liberazione, forse possiamo comprendere più a fondo il significato del concetto di libertà, in un momento in cui siamo costretti all’isolamento da questa epidemia che ha fatto molte vittime, ha fatto perdere a molti di noi gli affetti più cari, parenti, amici, colleghi, persone anziane con le quali se n’è andato un pezzo di storia.
Ma il senso di questa ricorrenza resta la commemorazione della festa di Liberazione che celebra gli ideali dell’antifascismo e il suo significato non può essere trasfigurato.
questo luogo, teatro strategico e drammatico della Resistenza, dove, dal 22 a 27 Febbraio, prima, e dal 9 aprile al 2 maggio del 1945, poi, si sono svolti gli scontri più rappresentativi della guerra di liberazione bresciana, dove si è svolta forse la più grande battaglia campale sostenuta dalla Resistenza in Italia, è certamente rappresentativo della memoria di uomini e donne che si sono sacrificati perché credevano in un futuro diverso e migliore.
Nella nostra memoria Mortirolo ci ricorda anche altri teatri di battaglia: Campolungo, Val Malga, le valli di Corteno, Valsaviore, i monti della Valle Trompia e della Valle Sabbia, la città di Brescia. 
Con le Fiamme Verdi e ANPI  si celebra in questo luogo ogni anno non una semplice ricorrenza, ma  la fedeltà  al sentimento di libertà su cui si è fondata la nostra storia e la nostra identità repubblicana, fissata nella Costituzione. Possiamo affermare, con orgoglio, che la Valle Camonica, e la provincia di Brescia tutta, hanno dato, con forza e coraggio, un contributo fondamentale alla Resistenza e a quell’Italia che ci fa oggi essere liberi e in pace. Una figura che vorrei ricordare in quest’occasione è Cesare #Trebeschi, recentemente scomparso, simbolo, insieme alla sua famiglia, della Resistenza. Per 10 anni sindaco di Brescia, dopo Bruno Boni, è stato amato non solo per quanto fatto da primo cittadino, ma anche per quel che rappresentò: staffetta dei partigiani delle Fiamme Verdi, impegnato nell’associazionismo cattolico. Il padre di Trebeschi fu perseguitato dai nazifascisti e deportato in Germania nei campi di sterminio prima a Dachau, poi a Mauthausen e infine a Gusen dove morì nel gennaio 1945. 
Con lui la nostra provincia ha perso un fondamentale pezzo di storia, fatto di valori, saggezza e umanità.
Permettetemi ora un pensiero a quanto sta accadendo ora.
Io credo fortemente che in questa emergenza, che ha colpito ed ancora colpisce il bresciano così duramente, abbiamo dato prova che il senso civico, seppur nella lontananza storica e ideale da quel quel 25 aprile del 45, sia ancora presente nella nostra gente. Lo abbiamo constatato in coloro che hanno mantenuto fede a proprio dovere attraverso l’esercizio della propria professione, medici, infermieri, operatori sanitari, personale dei servizi, ma anche chi ha continuato a lavorare per garantirla nostra sicurezza e  la produzione e  la distribuzione dei generi essenziali. Mi rinfierisco al personale dell’esercito e a quello delle forze dell’ordine, agli agenti provinciali e comunali, che ci hanno permesso di essere sicuri nelle nostre case, mi rinfierisco ai volontari che con slancio si sono proposti nella gestione dei servizi essenziali come forniture di farmaci e generi alimentari senza dipendere da un dovere preciso se non da quello della propria coscienza e dello spirito di solidarietà. mi riferisco infine ai sindaci della nostra provincia, che in questa situazione hanno dimostrato capacità, e presenza e hanno assicurato  la tenuta dei territori a loro affidati e che presto si dovranno confrontare con le sfide della ripartenza economica e sociale. Riguardandoci indietro fra qualche tempo spero che potremo ricordarci tutti di chi ha contribuito a gestire questa emergenza e che ci ha dato l’occasione di essere fieri di noi. spero che ci ricorderemo che nulla è più forte di una società civile dotata di volontà , di spirto di sacrificio e di coesione nel perseguimento degli obiettivi votati al bene comune. avremo molto da ricostruire, proprio come dopo il periodo della guerra di 75 anni fa. dobbiamo solo riprendere quella strada che ha permesso all’Italia e alla nostra provincia di crescere e prosperare. 
Dobbiamo tornare a credere che un futuro migliore, più equo più sostenibile sia possibile, senza lasciare indietro nessuno.
Che questo 25 aprile sia una giornata serena, per quanto possibile, per tutti noi e una data che segni ancora una volta, dopo 75 anni, l’inizio di qualcosa di nuovo e di migliore, dopo il tragico periodo che stiamo vivendo. 
 Le idee valgono per quello che costano non per quello che rendono.
Il presidente della Provincia Samuele Alghisi in Mortirolo per il 25 aprile, foto da ufficio stampa

BSNEWS BRESCIA TV: GUARDA LA NOSTRA VIDEO-INTERVISTA AL SINDACO DI BRESCIA EMILIO DEL BONO

(se il video presenta interruzioni dovute all’aggiornamento della pagina potete guardarlo direttamente su YouTube a questo link: https://www.youtube.com/watch?v=d_eudbUy1fU)

, CHIEDIAMO TAMPONI PER TUTTI PER FERMARE IL CONTAGIO! FIRMATE LA NOSTRA PETIZIONE

▶️ https://www.change.org/coronavirus-tamponi-per-tutti

Ultimo aggiornamento il 16 Ottobre 2020 12:49

MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, LA GUIDA

🔴 MASCHERINE, QUALI SONO UTILI CONTRO IL CORONAVIRUS

🔴 MASCHERINE, APPROFONDIMENTO SU DPI FFP2 E FFP3

🔴 MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, I CONSIGLI DELL’ESPERTO

🔴 MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, COSA BISOGNA GUARDARE PER NON SBAGLIARE L’ACQUISTO

🔴 CORONAVIRUS, CHI DEVE USARE LE MASCHERINE E QUALI

🔴 MASCHERINE, GUANTI E IGIENIZZANTI MANI: COME SI USANO

🔴 LE MASCHERINE SERVONO O NO?

🔴 L’INCHIESTA: MASCHERINE FINITE? GLI OSPEDALI NON SANNO CHE POSSONO RIGENERARLE…

🔴 CORONAVIRUS: OBBLIGATORIO COPRIRSI CON MASCHERINA O ALTRO QUANDO SI ESCE DI CASA

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, TUTTA LA LOMBARDIA E’ ZONA ROSSA FINO AL 3 APRILE: DIVIETI E NUOVI DIVIETI DEL 20 MARZOLA PROROGA FINO AL 13 APRILE DECISA DAL GOVERNO

🔴 CORONAVIRUS, CHI PUO’ CIRCOLARE E CHI NO IN LOMBARDIA

🔴 CORONAVIRUS, SCARICA IL NUOVO MODULO PER L’AUTOCERTIFICAZIONE (VERSIONE 4)

🔴 CORONAVIRUS: SCUOLE CHIUSE FINO AL 15 MARZO

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO

🔴 CORONAVIRUS, I DATI DEI MORTI BRESCIANI GIORNO PER GIORNO

🔴 CORONAVIRUS: IDENTIKIT DEI SOGGETTI A RISCHIO (FONTE ISS)

🔴 DICIAMO GRAZIE A MEDICI E INFERMIERI BRESCIANI

TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS

🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

11,88€
12,40
disponibile
19 nuovo da 11,88€
Amazon.it
Spedizione gratuita
18,80€
disponibile
2 nuovo da 12,99€
29,90€
32,80
non disponibile
7 nuovo da 28,98€
100,80€
106,99
non disponibile
8 nuovo da 98,60€
Ultimo aggiornamento il 16 Ottobre 2020 12:49

 

 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome