Ei fu siccome immobile… l’ex Antonio Picci | ZONA CIRO ⚽

0
Zona Ciro, la rubrica di Ciro Corradini su BsNews.it

di – “Ei fu siccome immobile…” Cinque maggio 2019: si gioca AZ Picerno-Bitonto. Girone H del Campionato Nazionale Dilettanti. Sugli spalti ci sono mogli, fidanzate, tifosi sparsi come oggi vorrebbero le norme anticovid. Li conti sulle dita di una mano. Non c’è assembramento, non ci sono cori della Nord o degli Irriducibili.

“Ei fu siccome immobile…”: c’è Antonio Picci, di professione attaccante. Un passato al Brescia con un gol che di fatto non segnò lui. Perchè quel giorno i giornalisti si misero d’accordo. Era il dicembre del 2012: Brescia-Cittadella. Traversone dalla destra, Picci che va sulla palla ma, se si guarda bene, viene anticipato dal difensore avversario che la devia alle spalle del proprio portiere. Ma che cambia ? Non c’era classifica dei marcatori o Scarpa d’Oro da vincere, non c’era il Fantacalcio, non c’era che quel ragazzo che tutti a Brescia amavano. Quello era il suo secondo gol al Brescia. Antonio Picci ovvero la normalità al potere. Una carriera costruita giocando tra Matera, Matelica, Gravina e Bitonto. Campi dove l’erba è un optional, dove le docce funzionano un giorno si e l’altro speriamo, dove ogni mese prender lo stipendio è un avvenimento epocale.

“Ei fu siccome immobile…”: la palla entrò in rete in un groviglio di gambe più difficile da districare di un nodo gordiano. In tribuna stampa tutti d’accordo: gol assegnato ad Antonio Picci mentre il pubblico del Rigamonti sembrava impazzito di gioia come neppure ai tempi di Roberto Baggio. Perchè Picci era l’emblema della normalità, l’elogio della semplicità, una elegia alla purezza. Semplice e simpatico, incapace di non sorridere anche quando non giocava. Così ignorante, nel senso etimologico della parola, da sembrare sbarcato da un altro mondo, quello nel quale tutti abbiamo vissuto per anni. Quello fatto di cappotti o libri a far da pali delle porte, di traverse solo immaginate e ad altezza variabile, quello fatto di partite in cui il più grasso stava in porta, quello fatto di ghiaietto assassino che ti entrava nelle ginocchia alla prima caduta.

“Ei fu siccome immobile…”: cinque maggio 2019. Az Picerno-Bitonto finisce 3 a 2. Antonio Picci gioca nel Bitonto e segna pure un gol. Lontana la maglia con la “V” bianca, lontano il pubblico del Rigamonti, lontani i titoli dei giornali.

Il resto è storia d’oggi: combine, indagine, processo, condanna sportiva. Un anno e otto mesi di squalifica: “Ei fu siccome immobile….” e noi insieme a lui.

MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, LA GUIDA

🔴 MASCHERINE, QUALI SONO UTILI CONTRO IL CORONAVIRUS

🔴 MASCHERINE, APPROFONDIMENTO SU DPI FFP2 E FFP3

🔴 MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, I CONSIGLI DELL’ESPERTO

🔴 MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, COSA BISOGNA GUARDARE PER NON SBAGLIARE L’ACQUISTO

🔴 DIFFERENZA TRA MASCHERINE FILTRANTI E CHIRURGICHE

🔴 CORONAVIRUS, CHI DEVE USARE LE MASCHERINE E QUALI

🔴 MASCHERINE, GUANTI E IGIENIZZANTI MANI: COME SI USANO

🔴 LE MASCHERINE SERVONO O NO?

🔴 L’INCHIESTA: MASCHERINE FINITE? GLI OSPEDALI NON SANNO CHE POSSONO RIGENERARLE…

🔴 CORONAVIRUS: OBBLIGATORIO COPRIRSI CON MASCHERINA O ALTRO QUANDO SI ESCE DI CASA

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO

TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS

🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

Ultimo aggiornamento il 19 Gennaio 2021 08:43

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome