Coronavirus: errare è umano, perseverare… | di Paolo Pagani*

La storia è maestra di vita ma non ha scolari, diceva Antonio Gramsci. Neanche nel breve periodo. Le risposte, pratiche e teoriche, alla pandemia ne sono il paradigma...

0
Paolo Pagani, opinionista Bsnews.it

di * – La storia è maestra di vita ma non ha scolari, diceva Antonio Gramsci. Neanche nel breve periodo. Le risposte, pratiche e teoriche, alla pandemia ne sono il paradigma. 

In Lombardia, e a cascata a Brescia, si è combattuta la prima ondata senza la prima linea del territorio e ci si è arroccati negli ospedali. Diretta conseguenza dei mali e limiti strutturali del modello lombardo. Ebbene, il virus ci ha dato in po’ di tempo, e il governo i soldi, per affrontare in modo diverso  la inevitabile seconda ondata, ma la Lombardia, e a cascata Brescia, non ha saputo farne buon uso. Sempre per via della hybris, figlia dell’ideologia del modello lombardo. E di un’altra cosa. Che è espressa con assoluta chiarezza nell’intervista di Salvini ad una radio locale. Dice il capo leghista: oggi sono morti in 130 per il Covid, ma 1800 per altre malattie. La sottovalutazione, l’incapacità di dismettere l’abito della contrapposizione, sempre e comunque, a quello che fa e dice il governo, la strumentalizzazione eletta a linea politica sono alla base di quelle affermazioni. E le azioni, per parafrasare un detto latino, sono conseguenza delle idee. E questa idea di un virus clinicamente morto ha fatto si che il sistema di tracciamento dei contatti sia saltato dopo una settimana. 
Ma torniamo a Brescia. Tutta la vicenda della scala 4 al Civile è lì plasticamente a dimostrare il fallimento di una classe dirigente. Qui non interessa discutere se la scelta sia giusta o sbagliata. Interessa sottolineare che se quella fosse stata la risposta opportuna, doveva essere pronta da almeno un mese. Il fallimento di una classe dirigente si misura principalmente su modi e tempi di realizzazione di quelle che essa ritiene siano le misure strategiche. 
Qui e ora, quindi, ancora una volta, in alto e in basso, bisogna supplire agli errori e alla inadeguatezza del sistema sanitario lombardo. Se non si può più contenere, bisogna mitigare. In alto il governo dovrà assumere a breve provvedimenti più drastici, salvaguardando cuore e polmoni: lavoro e scuola.
In basso i sindaci devono prendere il coraggio a due mani. E, considerando che il governo ha garantito l’assegnazione delle forze necessarie, ad horas bisogna chiudere molto prima delle 23 le zone più a rischio. E prevedendo forme di ristoro, che il governo non potrà che finanziare. Il criterio fondante del ristoro non potrà che fare riferimento, ovviamente, alle dichiarazioni dei redditi del 2019.

* segretario provinciale di Articolo UNO di Brescia 

Ultimo aggiornamento il 20 Novembre 2020 14:07

MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, LA GUIDA

🔴 MASCHERINE, QUALI SONO UTILI CONTRO IL CORONAVIRUS

🔴 MASCHERINE, APPROFONDIMENTO SU DPI FFP2 E FFP3

🔴 MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, I CONSIGLI DELL’ESPERTO

🔴 MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, COSA BISOGNA GUARDARE PER NON SBAGLIARE L’ACQUISTO

🔴 DIFFERENZA TRA MASCHERINE FILTRANTI E CHIRURGICHE

🔴 CORONAVIRUS, CHI DEVE USARE LE MASCHERINE E QUALI

🔴 MASCHERINE, GUANTI E IGIENIZZANTI MANI: COME SI USANO

🔴 LE MASCHERINE SERVONO O NO?

🔴 L’INCHIESTA: MASCHERINE FINITE? GLI OSPEDALI NON SANNO CHE POSSONO RIGENERARLE…

🔴 CORONAVIRUS: OBBLIGATORIO COPRIRSI CON MASCHERINA O ALTRO QUANDO SI ESCE DI CASA

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO

TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS

🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

25,00€
disponibile
1 nuovo da 25,00€
Amazon.it
Spedizione gratuita
9,40€
11,99
non disponibile
20 nuovo da 8,99€
Amazon.it
Spedizione gratuita
19,99€
non disponibile
1 nuovo da 19,99€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 20 Novembre 2020 14:07

 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome