⚠️⚠️⚠️⚠️ La risposta a chi dice: “non si muore solo di Coronavirus” e “tanto oggi i morti sono pochi” | VERO / FALSO

Siamo chiari: il Coronavirus esiste, ha provocato un gran numero di morti (per fortuna oggi in calo) e, comunque, il vero problema non sono i decessi, almeno per ora. Nelle prossime righe cerchiamo di spiegarlo meglio. Dedicateci tre minuti

2
Coronavirus, test e tamponi, foto Pixabay

“Non si muore solo di ”. Un’affermazione come questa la si può leggere ogni giorno nei commenti sui social o sentirla pronunciare da conoscenti. Qualcuno avanza semplicemente un dubbio, altri la utilizzano per insinuare dubbi sbagliati – e maliziosi – negli interlocutori e per negare l’ovvio. Siamo chiari: il Coronavirus esiste, ha provocato un gran numero di morti (per fortuna oggi in calo) e, comunque, il vero problema non sono i decessi, almeno per ora. Nelle prossime righe cerchiamo di spiegarlo meglio. Dedicateci tre minuti.

NON SI MUORE SOLO DI CORONAVIRUS, MA I MORTI SONO AUMENTATI

Non si muore soltanto di Coronavirus, è vero.  I dati medici dicono che a morire sono stati soprattutto anziani affetti da una o più patologie pregresse (qui uno studio del San raffaele su chi sono i Soggetti a rischio). Ma l’affermazione iniziale è solo parzialmente vera, e dunque fuorviante. I morti di Coronavirus nel Bresciano sono oggi 2.748. Questo è il dato ufficiale. Ma allora i tamponi erano pochi e il numero reale è molto più elevato. Lo dice un dato inoppugnabile: in tutti i Comuni bresciani – tra febbraio e aprile – si è registrato un numero di decessi fino a 4-5 volte superiore a quello dello stesso periodo dell’anno precedente. Tre volte nella sola città di Brescia, come ricordato ieri da Del Bono.

Dunque a causa del Coronavirus sono molte molte persone fragili: almeno il triplo di quante ne muoiono normalmente per infarti, tumori, incidenti etc. E nessuno può contestare il dato. Certo, oggi la situazione è profondamente cambiata: i tamponi sono aumentati e il numero dei contagiati è in forte crescita, eppure il dato dei morti è in netto calo nelle ultime settimane (a Brescia città l’ultimo decesso è di un mese fa). Una buona notizia, dovuta soprattutto al fatto che si sono trovate cure più efficaci negli ospedali, ma che non deve lasciare tranquilli. Perché oggi – come spieghiamo di seguito – il problema non sono i morti, ma i ricoverati.

IL PROBLEMA OGGI NON SONO I MORTI, MA I RICOVERATI

La mortalità non è il problema principale del Coronavirus. Forse questo virus uccide con tassi percentuali non dissimili da quelli dell’influenza, attendiamo dati completi. Ma di certo va anche detto che – trattandosi di un virus nuovo – la percentuale di soggetti contagiabili è molto più elevata e dunque lo è anche il numero assoluto dei morti potenziali. Come dicevamo, però, la vera questione da porre e da porsi è un’altra.

Il Coronavirus ha un elevato tasso di ospedalizzazione. Tradotto: sono numerosi i soggetti contagiati, anche giovani (il 72% dei positivi ricoverati di Brescia città ha meno di 65 anni), che vengono ricoverati e finiscono in terapia intensiva. Se la curva dei contagi dovesse continuare a crescere esponenzialmente come oggi, insomma, gli ospedali sarebbero “intasati”. E siccome oggi il Coronavirus è diffuso in tutto il mondo non potremmo più nemmeno contare sull’aiuto di altri Stati o Regioni (in primavera molti bresciani furono trasferiti nelle terapie intensive di paesi europei o di Regioni del Sud). Concretamente: se non fermiamo la curva di crescita del contagio, nei nostri ospedali potrebbe non esserci più posto per i malati da Coronavirus che hanno bisogno di cure ospedaliere e per chi ha altre patologie gravi. La conseguenza diretta dell’emergenza sarebbe un nuovo aumento esponenziale dei decessi, ma anche un peggioramento dello stato di salute complessivo di tutti: perché di fronte alla vera emergenza tutti i problemi non vitali diventerebbero secondari.

Ultimo aggiornamento il 25 Novembre 2020 02:34

MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, LA GUIDA

🔴 MASCHERINE, QUALI SONO UTILI CONTRO IL CORONAVIRUS
🔴 MASCHERINE, APPROFONDIMENTO SU DPI FFP2 E FFP3

🔴 MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, I CONSIGLI DELL’ESPERTO

🔴 MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, COSA BISOGNA GUARDARE PER NON SBAGLIARE L’ACQUISTO

🔴 DIFFERENZA TRA MASCHERINE FILTRANTI E CHIRURGICHE

🔴 CORONAVIRUS, CHI DEVE USARE LE MASCHERINE E QUALI

🔴 MASCHERINE, GUANTI E IGIENIZZANTI MANI: COME SI USANO

🔴 LE MASCHERINE SERVONO O NO?

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO
🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

25,00€
disponibile
1 nuovo da 25,00€
Amazon.it
Spedizione gratuita
19,99€
non disponibile
1 nuovo da 19,99€
Amazon.it
Spedizione gratuita
53,95€
disponibile
1 nuovo da 53,95€
Amazon.it
Spedizione gratuita
28,90€
32,60
disponibile
2 nuovo da 27,90€
1 usato da 28,32€
Amazon.it
Spedizione gratuita
63,90€
65,90
disponibile
5 nuovo da 63,90€
2 usato da 61,29€
Amazon.it
Spedizione gratuita
99,00€
124,98
disponibile
2 nuovo da 99,00€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 25 Novembre 2020 02:34

 

Comments

comments

2 Commenti

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome