Preservativi, il ministero della Salute cancella il controllo preventivo sulle pubblicità

"Il provvedimento era un atto dovuto e francamente arriva anche un po’ tardi” commenta Bruno Marchini, Presidente di Anlaids Onlus

0
Preservativo, foto generica da Pixabay

Il ministero della Salute ha deciso di cancellare i vincoli – stabiliti nel 1997 – che imponevano forme di autorizzazione preventiva a tutte le attività di comunicazione relative al mondo dei preservativi. Un vincolo – non da poco per gli operatori del settore – che ora viene meno: il testo del provvedimento, infatti, sarà pubblicato nei prossimi giorni in Gazzetta ufficiale  ed entrerà in vigore 15 giorni dopo.

“Il provvedimento era un atto dovuto e francamente arriva anche un po’ tardi” commenta Bruno Marchini, Presidente di Anlaids Onlus, “Ringraziamo gli onorevoli Gilda Sportiello e Riccardo Magi che si sono fatti promotori dell’iniziativa e il Viceministro Pierpaolo Sileri che ha firmato; auspichiamo che questo possa essere uno strumento in più per svolgere le nostre attività di prevenzione, ma siamo consapevoli che ancora molto va fatto nel nostro Paese, specialmente tra i più giovani, per fare uscire il tema della sessualità alla luce del sole.”

Gli ultimi dati dell’Istituto Superiore di Sanità, relativi al 2018, indicano che, nonostante i dati delle nuove infezioni da Hiv siano in diminuzione di circa il 20% rispetto all’anno precedente, la fascia più interessata è quella fra i giovani adulti, tra i 25 e i 29 anni, dove l’incidenza è quasi tre volte più alta che nella popolazione generale.

La necessità di informare la popolazione giovanile e di fornire strumenti di conoscenza indispensabili per la tutela della prioria salute è da sempre uno degli obiettivi di Anlaids che da anni promuove l’informazione e la prevenzione sull’infezione da Hiv e le altre infezioni a trasmissione sessuale in ambito scolastico. Il Progetto Nazionale Scuole di Anlaids, infatti, è attivo dal 2003 e lo scorso anno ha raggiunto circa 80 istituti superiori e circa 20.000 studenti in tutta Italia, ma “non ha mai ricevuto finanziamenti dalle Istituzioni”.

“Ancora oggi, nel 2020, non sempre è facile entrare nelle scuole.– prosegue Bruno Marchini- Molti Istituti sono ormai fidelizzati e richiedono i nostri progetti di anno in anno, ma in altre scuole incontriamo ancora molta resistenza da parte della dirigenza scolastica e delle famiglie. Di preservativi si parla, ma non si possono distribuire. Non ci sono programmi specifici di educazione sessuale: tutto è lasciato alla buona volontà di insegnanti referenti e dirigenti scolastici. Il provvedimento in questione è dunque sicuramente importante, ma molto bisognerà ancora fare per uscire da una cultura che rifiuta di parlare di sesso ai e con i giovani, molti dei quali hanno invece le prime esperienze già nella pre adolescenza.”

Ultimo aggiornamento il 4 Dicembre 2020 10:13

MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, LA GUIDA

🔴 MASCHERINE, QUALI SONO UTILI CONTRO IL CORONAVIRUS
🔴 MASCHERINE, APPROFONDIMENTO SU DPI FFP2 E FFP3

🔴 MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, I CONSIGLI DELL’ESPERTO

🔴 MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, COSA BISOGNA GUARDARE PER NON SBAGLIARE L’ACQUISTO

🔴 DIFFERENZA TRA MASCHERINE FILTRANTI E CHIRURGICHE

🔴 CORONAVIRUS, CHI DEVE USARE LE MASCHERINE E QUALI

🔴 MASCHERINE, GUANTI E IGIENIZZANTI MANI: COME SI USANO

🔴 LE MASCHERINE SERVONO O NO?

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO
🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

13,99€
disponibile
1 nuovo da 13,99€
Amazon.it
Spedizione gratuita
16,90€
17,50
disponibile
2 nuovo da 16,90€
36,95€
53,95
disponibile
1 nuovo da 36,95€
1 usato da 34,25€
Amazon.it
Spedizione gratuita
28,90€
29,99
disponibile
2 nuovo da 27,90€
1 usato da 28,14€
Amazon.it
Spedizione gratuita
58,98€
69,00
disponibile
6 nuovo da 58,98€
4 usato da 44,24€
Amazon.it
Spedizione gratuita
99,00€
114,98
disponibile
2 nuovo da 99,00€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 4 Dicembre 2020 10:13

 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome