Perché avere una PEC per privati

La posta elettronica certificata, meglio conosciuta con l’acronimo PEC, è uno strumento divenuto quasi fondamentale se si ha intenzione di comunicare con la Pubblica Amministrazione

0
Email, foto generica da Pixabay

La posta elettronica certificata, meglio conosciuta con l’acronimo PEC, è uno strumento divenuto quasi fondamentale se si ha intenzione di comunicare con la Pubblica Amministrazione. Dal primo Luglio del 2017 infatti tutte le comunicazioni effettuate dall’Agenzia delle entrate che concernono le imprese iscritte nel registro e i professionisti che risultano essere iscritti in determinati albi professionali sono inviati solo ed esclusivamente a mezzo PEC. La riforma per un primo momento ha avuto un’influenza solo nei confronti delle aziende, imprenditori, professionisti ecc, con il passare del tempo però ha assunto un ruolo importante anche per i privati cittadini.

Partecipazione ai concorsi pubblici

Oggi se si ha intenzione di partecipare ad un concorso pubblico è fondamentale possedere una casella di posta elettronica certificata, in caso contrario non è possibile partecipare alla procedura concorsuale. Il legislatore ha imposto ai privati intenzionati a partecipare ad un concorso pubblico di utilizzare la PEC perché questa ha un valore legale, il che significa che è molto più sicura rispetto alla classica casella di posta elettronica. I messaggi inviati mediante PEC infatti non possono essere modificati in nessun modo, inoltre quando si allegano documenti con la stessa non è possibile in nessun modo adulterarne il contenuto. Attivare PEC per privati è un gioco da ragazzi, online infatti esistono svariati siti che in genere permettono di scegliere tra diverse offerte.

Addio all’ufficio postale

Un altro motivo per attivare la PEC per privati è la possibilità di dire definitivamente addio agli uffici postali per inviare le raccomandate. Mediante PEC infatti è possibile effettuare tutte le comunicazioni con la Pubblica Amministrazione, il che rende davvero inutile recarsi allo sportello postale, almeno in questi casi. Tramite PEC infatti è possibile inviare e ricevere messaggi da tutti gli uffici/aziende che possiedono una posta elettronica certificata. Per conoscere l’indirizzo di posta elettronica certificata di un professionista o di un ufficio amministrativo, il Governo ha creato un apposito registro online ovvero INI-PEC.

Strumento semplice

La posta elettronica certificata è uno strumento estremamente semplice da utilizzare, tutti infatti possono farlo. Nella sostanza, almeno per quanto concerne l’attività di scrittura e di invio, in nulla differisce rispetto alla classica casella di posta elettronica. Inoltre, una volta acquistata la propria casella, è possibile utilizzarla non solo dal proprio pc ma anche da altri dispositivi come tablet e smartphone ad esempio.

Risparmio di soldi

Il costo medio di una posta elettronica certificata non è elevato, anzi equivale all’invio di una raccomandata con relata di notifica. A differenza di quest’ultima però, il prezzo pagato per ottenere la propria PEC offre la possibilità di utilizzarla per un anno solare.

Velocità di comunicazione

Un altro importante vantaggio garantito dalla PEC è la sua velocità, a differenza della classica raccomandata infatti (la quale necessità di almeno un paio di giorni lavorativi per arrivare a destinazione) il messaggio inviato a mezzo PEC viene ricevuto immediatamente dal soggetto destinatario. Inoltre, un altro importantissimo vantaggio consiste nel ricevere una vera e propria notifica di avvenuta ricezione., quando il mittente aprirà il messaggio.

 

 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome