Covid-19 e interferone: fra le 10 scoperte top di Nature lo studio di UniBs e Spedali Civili

Si tratta di due lavori pubblicati su “Science” secondo i quali a spiegare il 15% delle forme gravi di Covid-19 sono sia cause immunologiche sia genetiche

0
Ricerca scientifica - foto generica
Ricerca scientifica - foto generica

La carenza dell’interferone di tipo 1 nei pazienti con una forma grave di Covid-19 è fra le 10 scoperte scientifiche più rilevanti del 2020 secondo “Nature”. Una scoperta internazionale che coinvolge anche i ricercatori dell’ degli Studi di Brescia e della oltre ad altri centri italiani di ricerca di Monza, Pavia e Milano in collaborazione con l’NIH di Bethesda, Washington e la Rockefeller University di New York.

Si tratta di due lavori pubblicati su “Science” – “Inborn errors of type I IFN immunity in patients with life-threatening COVID-19”, DOI: 10.1126/science.abd4570; “Autoantibodies against type I IFNs in patients with life-threatening COVID-19”, DOI:10.1126/science.abd4585 – secondo i quali a spiegare il 15% delle forme gravi di Covid-19 sono sia cause immunologiche sia genetiche. Infatti, più del 10% dei pazienti con forme molto gravi di Covid-19 ha risposte immunitarie anomale, con produzione di autoanticorpi in grado di neutralizzare l’effetto antivirale degli interferoni di tipo I, mentre il 3,5% dei pazienti presenta mutazioni specifiche che impediscono la produzione di interferoni di tipo I o la risposta cellulare a tali molecole.

“Lo studio, svolto grazie alla fondamentale collaborazione con la Dott.ssa Helen Su ed il Prof. Luigi D. Notarangelo, già Professore Ordinario di Pediatria presso la e attualmente Direttore del Laboratorio di Microbiologia ed Immunologia Clinica dell’NIH, spiega perché, a parità di condizioni, la malattia da Covid-19 evolva in una forma grave solo in alcuni soggetti aprendo la strada a nuove possibilità terapeutiche”, spiega il Prof. Francesco Castelli, che con la Prof.ssa Eugenia Quiros Roldan (Cattedra di Malattie Infettive) ed il Prof. Francesco Scolari (Cattedra di Nefrologia) ha coordinato il contributo dell’Università degli Studi di Brescia alla ricerca.

“La ricerca è stata possibile grazie al coinvolgimento di alcune Unità Operative dell’ASST Spedali Civili di Brescia – spiega il Dott. Camillo Rossi, Direttore Sanitario della ASST Spedali Civili di Brescia – che hanno contribuito allo studio non solo curando i pazienti e fornendo cruciali informazioni cliniche, ma anche selezionando e inviando prezioso materiale biologico ai colleghi di oltreoceano”.

Nei due articoli di Scienze sono citati tra gli autori, oltre al dott. Rossi, la dott. Luisa Imberti e i suoi collaboratori del Laboratorio CREA, dott. Alessandra Sottini e Simone Paghera, e tra “Covid Clinicians” la dott. Alessandra Tucci dell’Ematologia, il dott. Gabriele Tomasoni della 1° Rianimazione e il dott. Ruggero Capra, del Centro Sclerosi Multipla.

MASCHERINE CONTRO IL , LA GUIDA

🔴 MASCHERINE, QUALI SONO UTILI CONTRO IL CORONAVIRUS
🔴 MASCHERINE, APPROFONDIMENTO SU DPI FFP2 E FFP3

🔴 MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, I CONSIGLI DELL’ESPERTO

🔴 MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, COSA BISOGNA GUARDARE PER NON SBAGLIARE L’ACQUISTO

🔴 DIFFERENZA TRA MASCHERINE FILTRANTI E CHIRURGICHE

🔴 CORONAVIRUS, CHI DEVE USARE LE MASCHERINE E QUALI

🔴 MASCHERINE, GUANTI E IGIENIZZANTI MANI: COME SI USANO

🔴 LE MASCHERINE SERVONO O NO?

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO
🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

MASCHERINA MASCHERA FFP3 - DOC - CERTIFICATA CE - 20PZ
74,99€
89,00€
disponibile
2 new from 74,99€
Ultimo aggiornamento il 23 Gennaio 2021 03:47

 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome