In arrivo il nuovo Dpcm, il Governo incontra gli Enti locali

0
FOTO DA ITALPRESS

ROMA (ITALPRESS) – Si è svolto un incontro in videoconferenza tra Governo ed enti locali in vista del varo del nuovo Dpcm sulle misure anti-Covid. Presenti a Palazzo Chigi il ministro per gli Affari Regionali , il ministro della Salute Roberto Speranza e il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi. All’incontro hanno preso parte anche il coordinatore del Cts Agostino Miozzo, il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Silvio Brusaferro e il presidente del Consiglio Superiore di Sanità Franco Locatelli.
“Il governo ci ha comunicato che siamo davanti a una risalita dei contagi con l’incidenza delle varianti anche su fasce di età più basse. Due condizioni che impongono di valutare la chiusura, da parte delle regioni, delle scuole, a determinate condizioni. Nel confronto con il governo e le regioni abbiamo formulato due richieste: parametri chiari sulle condizioni che fanno scattare il provvedimento di chiusura e risorse per le famiglie che hanno bisogno di aiuto nella gestione dei figli”, ha detto il presidente dell’, Antonio Decaro, al termine della riunione.
“Siamo consapevoli che sia fondamentale salvaguardare la salute, anche con provvedimenti duri, ma non si possono lasciare i cittadini sospesi, privi di certezze e di mezzi per far fronte alle restrizioni – ha proseguito -. Allo stesso modo ho posto nuovamente al governo e al ministero dell’Interno il tema dei controlli sugli assembramenti su o piazze da parte delle forze dell’ordine: far sì che si accetti l’interruzione delle lezioni in presenza diventa più complicato se ogni sera ci sono centinaia di ragazzi in giro nei luoghi della ”.
(ITALPRESS).

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments