Derubava donne nel Reggiano, nei guai un 23enne di Brescia

Le vittime si sono rivolte ai carabinieri e le indagini hanno condotto prima ad un 34enne residente a Reggio Emilia, poi ai suoi complici

0
Forze dell'ordine, foto generica da Pixabay
Forze dell'ordine, foto generica da Pixabay

Ci sarebbe anche un 23enne residente a Brescia tra le persone finite in manette in provincia di Reggio Emilia.

I tre, tutti di etnia Sinti, sarebbero responsabili – lo riportano diverse testate della zona in cui sono avvenuti i colpi – di una serie di furti, avvenuti a gennaio, nelle aree di sosta di alcuni supermercati e centri commerciali. I ladri avvicinavano soprattutto donne e con un pretesto le facevano scendere dalle auto per derubarle delle loro borsette.

Le vittime si sono rivolte ai carabinieri e le indagini hanno condotto prima ad un 34enne residente a Reggio Emilia, poi ai suoi complici. I malviventi dovranno ora rispondere di furto aggravato e continuato e indebito utilizzo di carta bancomat.

MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, LA GUIDA

🔴 MASCHERINE, QUALI SONO UTILI CONTRO IL CORONAVIRUS
🔴 MASCHERINE, APPROFONDIMENTO SU DPI FFP2 E FFP3

🔴 MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, I CONSIGLI DELL’ESPERTO

🔴 MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, COSA BISOGNA GUARDARE PER NON SBAGLIARE L’ACQUISTO

🔴 DIFFERENZA TRA MASCHERINE FILTRANTI E CHIRURGICHE

🔴 CORONAVIRUS, CHI DEVE USARE LE MASCHERINE E QUALI

🔴 MASCHERINE, GUANTI E IGIENIZZANTI MANI: COME SI USANO

🔴 LE MASCHERINE SERVONO O NO?

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO
🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

Ultimo aggiornamento il 20 Marzo 2021 05:37

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome