🐶 Cosa fare per adottare un roditore? | 🐶 ANIMALI & ANIMALI /48

L’adozione deve essere considerata un impegno permanente. Se per cause di forza maggiore o per problemi insuperabili chi ha adottato dei piccoli roditori non li può più tenere, si deve impegnare a restituirli ad associazioni dedicate e non abbandonarli per nessun motivo

0
Porcellino d'India, foto generica da Pixabay

di Sara Ferrari – La compagnia è un aspetto di cui tutti siamo alla ricerca perché l’uomo in quanto tale è un essere sociale. Il senso di pace che trasmette trascorrere del tempo con un animale che abbiamo scelto come amico è una sensazione di completezza che indubbiamente fa stare bene indipendentemente dalla specie tra le mura di . Sono sempre stati diffusi anche i roditori come animali da compagnia e come spesso succede sono anche loro oggetto purtroppo di mode passeggere.

Si fa presto a dire roditori ma quali sono? E dove si trovano se li voglio adottare? Ci sono molte associazioni che li ospitano, a seguito di abbandoni o di restituzioni il più delle volte per acquisti incauti.

Questa categoria di animali è davvero varia. I Rodentia (nome latino dei roditori) è l’ordine di mammiferi più vasto per quanto riguarda il numero di specie. Si stima infatti che il 43% dei mammiferi odierni siano roditori.  Sono molto diversi tra loro tanto che basti pensare che il più piccolo misura al massimo 6 cm per un peso di soli 7 g, mentre il più grande arriva a ben 80 kg.

Non tutti sono adatti alla vita domestica, sia dal punto di vista delle dimensioni (piccoli o grandi) che dell’habitat e della loro capacità ad integrarsi con l’essere umano, infatti la maggior parte delle specie non si presta alle mura di casa. Così arriviamo ad individuarne in numero meno di dieci quelli che possono sopravvivere in cattività, comunemente detti animali domestici che tendenzialmente sono piccoli roditori.

I piccoli sono:

  • Porcellini d’India
  • Topi
  • Criceti
  • Cincillà
  • Degus
  • Chipmunks

E il coniglio?

Il tanto amato coniglio o il coniglio nano, animale molto frequentemente presente sui divani di casa, non è membro del gruppo perché appartiene alla specie dei lagomorfi più specificatamente dei leporidi.

I grandi roditori sono rappresentati dalla nutria, dall’istrice comune, il marà della Patagonia, il castoro e il capibara, ovviamente non adattabili ad una vita casalinga.

Se desiderate avere con voi un piccolo roditore dovete informarvi sulle sue peculiarità perché ogni specie ha un ritmo vitale diverso. Ci sono animali che hanno bisogno o possono trascorrere anche molto tempo fuori dalla gabbia come i cincillà, ed in tal caso avere accortezze per evitare fughe o incidenti è fondamentale. Viceversa per roditori che possono stare a lungo in gabbia è importante provvedere ad un arricchimento ambientale e ad una dieta adeguata per evitare il sovrappeso.

Inoltre a seconda della specie bisogna valutare se l’animale necessita della compagnia del gruppo o meno. I criceti vanno necessariamente tenuti singolarmente perché sono poco socievoli mentre i topi, ad esempio, sono molto socievoli e richiedono la compagnia di un loro simile.  Se in casa sono presenti potenziali predatori come , e furetti, si deve tenere presente la possibilità che i roditori si spaventino o si stressino per la loro presenza.

L’adozione deve essere considerata un impegno permanente. Se per cause di forza maggiore o per problemi insuperabili chi ha adottato dei piccoli roditori non li può più tenere, si deve impegnare a restituirli ad associazioni dedicate e non abbandonarli per nessun motivo. E’ sufficiente contattare l’ente presso cui è stato adottato o, se l’animale è stato acquistato, ci si può rivolgere a Enpa, Oipa, Aae, o Lav per comunicare questa necessità.

SITI UTILI

www.enpa.brescia.it

www.aae.it

http://www.oipa.org/italia/brescia/

www.lav.it

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DELLA RUBRICA CLICCANDO QUI

CHI SONO?

Sara Ferrari Sara Ferrari… Laurea presso la Facoltà di Medicina dell’Università di Brescia come educatore e specializzazione in colloqui clinici ed attività consultoriali presso l’Università Cattolica passando per il corso di perfezionamento in Psicologia Clinica perinatale. La formazione professionale improntata agli studi psico-socio-educativi è stata applicata lavorando in servizi formativi ed educativi, in particolare in centri rivolti a minori per prevenzione del disagio ed alle famiglie per interventi di riduzione dell’abbandono scolastico.La passione per il gioco con gli animali, che sono per me la dimensione della pace, insieme all’attrazione per l’osservazione e la comunicazione sono i fuochi che mi animano.

PER SEGNALAZIONI, PROPOSTE E SUGGERIMENTI SCRIVETE A: [email protected]

MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, LA GUIDA

🔴 MASCHERINE, QUALI SONO UTILI CONTRO IL CORONAVIRUS

🔴 MASCHERINE, APPROFONDIMENTO SU DPI FFP2 E FFP3

🔴 MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, I CONSIGLI DELL’ESPERTO

🔴 MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, COSA BISOGNA GUARDARE PER NON SBAGLIARE L’ACQUISTO

🔴 DIFFERENZA TRA MASCHERINE FILTRANTI E CHIRURGICHE

🔴 CORONAVIRUS, CHI DEVE USARE LE MASCHERINE E QUALI

🔴 MASCHERINE, GUANTI E IGIENIZZANTI MANI: COME SI USANO

🔴 LE MASCHERINE SERVONO O NO?

🔴 L’INCHIESTA: MASCHERINE FINITE? GLI OSPEDALI NON SANNO CHE POSSONO RIGENERARLE…

🔴 CORONAVIRUS: OBBLIGATORIO COPRIRSI CON MASCHERINA O ALTRO QUANDO SI ESCE DI CASA

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO

TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS

🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

7,99€
8,99€
disponibile
7 new from 7,99€
Ultimo aggiornamento il 11 Aprile 2021 20:05

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e , sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome