🔴🔴 Attentato al centro vaccinale: Brescia unita da sdegno e rabbia | TUTTI I COMMENTI

In attesa che venga individuato il movente e venga identificato il responsabile dell'attentato incendiario contro il centro vaccinale di via Morelli (e la svolta potrebbe essere molto vicina), Brescia parla per una volta con una voce sola

0
Bomba incendiaria al centro vaccinale di via Morelli - foto da Emilio Del Bono, sindaco di Brescia
Bomba incendiaria al centro vaccinale di via Morelli - foto da Emilio Del Bono, sindaco di Brescia

In attesa che venga individuato il movente e venga identificato il responsabile dell’attentato incendiario contro il centro vaccinale di via Morelli (e la svolta potrebbe essere molto vicina), Brescia parla per una volta con una voce sola. E più che una voce si tratta di un grido: rabbia e sdegno contro l’autore di un gesto inqualificabile e idiota, che fa danno all’intera comunità.

Della presa di posizione del Comune di Brescia abbiamo già dato conto, ma sono numerosi i comunicati stampa arrivati alla nostra redazione. Li pubblichiamo di seguito.

ECCO TUTTI I COMMENTI ARRIVATI ALLA REDAZIONE DI BSNEWS (in ordine di ricezione)

FABIO ROLFI (ASSESSORE REGIONALE ALL’AGRICOLTURA, LEGA)

ATTACCO INCENDIARIO BRESCIA, ROLFI: SOLIDARIETÀ A TUTTI GLI OPERATORI IMPEGNATI. CAMPAGNA VACCINALE NON SI FERMA

“Massima solidarietà e vicinanza istituzionale a tutti gli operatori e volontari bresciani impegnati in questa grande battaglia contro il virus. AiutiAMO Brescia è un esempio di grande unità territoriale tra volontariato e mondo sanitario: un patrimonio della città che vogliamo difendere e valorizzare. La campagna vaccinale a Brescia non si ferma. Auspico che le indagini siano svolte in tempi brevi e che i delinquenti che hanno lanciato queste bottiglie siano individuati al più presto”. Lo ha detto l’assessore regionale lombardo Fabio Rolfi in merito al lancio di bottiglie incendiarie contro il centro vaccinale di via Morelli a Brescia.

GIAN ANTONIO GIRELLI (CONSIGLIERE REGIONALE, PD)

Pizzul e Girelli(Pd): “Un’offesa alla città e a chi si spende ogni giorno per la lotta alla pandemia”

Un’offesa alla città e a chi si spende ogni giorno per la lotta alla pandemia. Il capogruppo del Pd in consiglio regionale Fabio Pizzul e il presidente della Commissione d’inchiesta sul covid Gianni Girelli intervengono così a seguito dell’attentato contro il centro vaccinale di via Morelli a Brescia. “Si tratta di un atto vile – affermano Pizzul e Girelli- grave e vergognoso. Questa realtà rappresenta la generosità dei bresciani, essendo stata realizzata grazie al fondamentale contributo di AiutiAMO Brescia, alla dedizione di tanto personale sanitario che dall’inizio della pandemia è un riferimento certo e alla disponibilità di una rete di volontariato più che mai indispensabile. E’ un’ offesa alla vita di Brescia, che pur così duramente provata dalla pandemia, con le sue istituzioni ha reagito a virus e inefficienze”.
“Speriamo- concludono i consiglieri dem- che i colpevoli possano essere individuati al più presto e puniti in modo esemplare. A tutti coloro che continuano a lavorare al servizio di tutti in via Morelli e in tutti i centri di vaccinazione il nostro grande grazie”.

VIVIANA BECCALOSSI (CONSIGLIERE REGIONALE)

COVID. BECCALOSSI: ATTACCO VIGLIACCO A SIMBOLO SPERANZA DI BRESCIA

“Un gesto vigliacco e doppiamente grave perché colpisce un simbolo della sofferenza di Brescia e di chi ha perso i propri cari, della generosità dei suoi cittadini e della speranza che i vaccini stanno ridando a chi vede da mesi chiusa la propria attività economica. Se fortunatamente non si registrano danni alle persone e il centro vaccinale funziona regolarmente, resta la rabbia per un’azione spregevole e criminale, che tra l’altro ha colpito gli spazi mensa dove gli operatori e i volontari impegnati nelle vaccinazioni trovano un attimo di respiro”.

Lo dichiara Viviana Beccalossi, bresciana e presidente del Gruppo Misto in consiglio regionale commentando l’episodio avvenuto al centro vaccinale di via Morelli a Brescia, colpito questa mattina con due bottiglie incendiarie.

“La speranza -conclude Viviana Beccalossi- è che gli autori di questo vero e proprio attentato siano prontamente individuati dalle forze dell’ordine. Qualsiasi siano le motivazioni, sono certa che non ci sia bresciano che non si augurerebbe una punizione esemplare per questi idioti bastardi”.

CRISTINA BAGNOLI (COORDINATRICE +EUROPA BRESCIA)

COMUNICATO STAMPA: +EUROPA, ATTACCO CONTRO VIA MORELLI E’ CONTRO TUTTI NOI.

Lanciare molotov contro il centro vaccinale di via Morelli non fermerà la circolazione del virus e non farà riaprire prima. Le riaperture ci saranno appena sarà sicuro tornare alla vita di tutti i giorni e questa sicurezza può darcela soltanto il vaccino e questo gravissimo atto intimidatorio ha rischiato di ottenere l’effetto contrario. Rincuora che non ci siano stati feriti e che gli effetti siano limitati a danni alla struttura, senza alcun impatto sullo svolgimento della campagna vaccinale. Quei danni alla struttura vanno a detrimento dell’intera comunità bresciana che generosamente l’ha finanziata attraverso la raccolta fondi AiutiAMo Brescia. Cristina Bagnoli, Coordinatrice +Europa Brescia e provincia

APINDUSTRIA

Apindustria Confapi Brescia: “Attacco a centro vaccini gesto grave e inaccettabile”

Apindustria Confapi Brescia condanna l’attacco al centro vaccinale di via Morelli a Brescia, colpito questa mattina con una bottiglia incendiaria che ha danneggiato una tensostruttura che si occupa di vaccini e tamponi, gestita dalla Protezione civile e dagli alpini. C’è preoccupazione, ad essere preso di mira è stato un centro vaccini realizzato attraverso i fondi della generosità bresciana, grazie all’iniziativa AiutiAMO Brescia avviata nel corso della prima ondata del Covid. L’Associazione si unisce ed esprime la propria solidarietà ad AiutiAMO Brescia, alla Fondazione Comunità Bresciana, alla Protezione civile, all’ ASST Ospedale Civile, ai lavoratori e ai volontari che si stanno prodigando prestando il loro servizio nel centro di via Morelli. Un gesto davvero insensato, uno sfregio alla generosità che tanti bresciani stanno mettendo in campo per contribuire alla ripresa dell’intero Paese. Questo riprovevole episodio non deve far arretrare le forze migliori della provincia che si stanno attrezzando per supportare la campagna vaccinale nazionale.

CISL BRESCIA

Dichiarazione di Alberto Pluda, segretario provinciale della Cisl,
e Angela Cremaschini responsabile della Cisl Funzione Pubblica,
sulla notizia dell’attentato al centro vaccinale di via Morelli a Brescia

La risposta più bella a questo gesto inqualificabile, dietro il quale possiamo solo immaginare un pericoloso mix di ignoranza, presunzione e cattiveria, è venuta dal personale e dai volontari della struttura di via Morelli che hanno dato continuità al programma di vaccinazione.
Siamo certi che le indagini daranno presto un volto agli autori di questo incomprensibile raid e forse allora potremo tentare una spiegazione. Oggi possiamo solo manifestare la nostra solidarietà all’ASST Spedali Civili e a tutti coloro che nei centri vaccinali di città e provincia stanno lavorando per dare tranquillità e speranza ai bresciani. E ribadire che vaccinarsi è un atto di responsabilità, verso sé stessi e verso la comunità.

FONDAZIONE SPEDALI CIVILI

Su via Morelli, solidarietà e condanna da parte di Marta Nocivelli, presidente di Fondazione Spedali Civili: «Gesto da condannare, che colpisce la generosità dei bresciani»

«Un gesto criminale che avrebbe potuto avere conseguenze ben più gravi quello di cui è stato fatto segno questa notte il centro vaccinale di via Morelli e che Fondazione Spedali Civili condanna con fermezza». E’ il messaggio che Marta Nocivelli, presidente di Fondazione Spedali Civili, invia sui gravi fatti accaduti in nottata al centro vaccinale di via Morelli. «Il Centro – prosegue la presidente – gestito dall’Asst Spedali Civili e realizzato grazie ad AiutiAMOBrescia è il segno della generosità dei bresciani, una generosità che accomuna tutti coloro che in quest’anno così difficile e complicato hanno supportato le iniziative a sostegno del sistema sanitario bresciano».

BRESCIA IN AZIONE

ATTENTATO IN VIA MORELLI: SOLIDARIETÀ A TUTTI I BRESCIANI

Stupidità, ignoranza e violenza. Non ci sono altre parole per descrivere l’ignobile attacco di questa mattina al centro anti-Covid19 di via Morelli.

Brescia in Azione condanna fermamente il gesto ed esprime solidarietà non solo alle autorità locali, ma anche a tutti i generosi concittadini bresciani che hanno contribuito, con le loro donazioni, alla campagna AiutiAMOBrescia che ha permesso l’istituzione dell’hub sanitario.

Ci auguriamo che presto i colpevoli vengano consegnati alla giustizia.

Il comitato Provinciale di Brescia in Azione

SIMONA TIRONI (CONSIGLIERE REGIONALE FORZA ITALIA)

“Prendere di mira uno dei simboli della lotta al Covid è quanto di più riprovevole si possa vedere in queste ore. È un gesto vergognoso, che offende la nostra Comunità nel profondo”. È quanto dichiara la Vicepresidente della Commissione Sanità di Regione Lombardia, Simonia Tironi, in merito al lancio di due bottiglie incendiarie contro il centro vaccinale di Via Morelli a Brescia. “L’offesa a tutti noi è profondissima – prosegue Tironi – perché riguarda una delle prime linee della lotta al Coronavirus e inoltre colpisce un centro che è simbolo della solidarietà di tutti i Bresciani. Auspico che quanto prima si possa fare chiarezza su quanto accaduto e che i colpevoli siano puniti in modo esemplare. La mia vicinanza va a tutte le persone impegnate in Via Morelli, negli e sul territorio per la lotta al Coronavirus. La loro forza è anche la nostra. Non sarà certo un gesto deplorevole a diminuirla”.

SAMUELE ALGHISI (PRESIDENTE PROVINCIA DI BRESCIA)

Il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi, esprime piena solidarietà ad ASST di Brescia, ai lavoratori e ai volontari, per quanto di grave avvenuto questa mattina al punto vaccinale di via Morelli.

GIAMPIETRO MAFFONI (SENATORE, FDI)

“L’attacco di questa mattina al centro Vaccinale di Via Morelli è un atto vile che merita la più forte condanna da parte di tutti”.

Esordisce così il Senatore e Sindaco di Orzinuovi Gianpietro Maffoni che non usa mezzi termini per esprimere il proprio rammarico per quanto accaduto nelle scorse ore.

“Ho avuto questa mattina una cordiale telefonata con il a cui ho espresso la mia indignazione per il gesto intimidatorio. Inoltre voglio ringraziare tutte le forze dell’ordine, l’esercito, il mondo sanitario e i molti volontari che in queste ore stanno facendo il loro meglio per la comunità” conclude lo stesso Maffoni.

CGIL

Le organizzazioni sindacali esprimono la massima solidarietà alle lavoratrici e lavoratori di Asst e Ats e agli stessi enti in relazione al gravissimo episodio che ha colpito la struttura sanitaria di via Morelli. Un ringraziamento particolare va agli operatori che hanno continuato il loro lavoro nonostante quanto accaduto.

MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, LA GUIDA

🔴 MASCHERINE, QUALI SONO UTILI CONTRO IL CORONAVIRUS
🔴 MASCHERINE, APPROFONDIMENTO SU DPI FFP2 E FFP3

🔴 MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, I CONSIGLI DELL’ESPERTO

🔴 MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, COSA BISOGNA GUARDARE PER NON SBAGLIARE L’ACQUISTO

🔴 DIFFERENZA TRA MASCHERINE FILTRANTI E CHIRURGICHE

🔴 CORONAVIRUS, CHI DEVE USARE LE MASCHERINE E QUALI

🔴 MASCHERINE, GUANTI E IGIENIZZANTI MANI: COME SI USANO

🔴 LE MASCHERINE SERVONO O NO?

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO
🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

Ultimo aggiornamento il 11 Aprile 2021 22:58

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome