Manutenzione dei condizionatori: 4 semplici azioni da fare in primavera

Con l’avvicinarsi della stagione estiva, avere eseguito la manutenzione sul proprio impianto di condizionamento è senza ombra di dubbio un fattore importante per vivere la propria abitazione nel modo migliore. Ecco 4 utili consigli da seguire alla lettera.

0
Condizionatore, foto da ufficio stampa

Con l’arrivo della stagione primaverile, e di conseguenza dell’estate, è bene procedere alla manutenzione del proprio impianto di condizionamento. Che si tratti di un sistema a singolo split o dotato di un motore centrale e più split, è opportuno pianificare un piano di manutenzione del sistema di condizionamento.

Eseguire la manutenzione ordinaria di un impianto di condizionamento non è una cosa complicata, ma per mancanza di tempo o scarsa attitudine nel fai da te è sempre possibile stilare un contratto di assistenza con un’azienda specializzata nella installazione e manutenzione degli impianti di condizionamento.

Assistenza condizionatori a Brescia

Per chi è alla ricerca di un’azienda per l’assistenza condizionatori a Brescia, Ramgas è una delle realtà più professionali presenti sul territorio. La grande competenza accumulata nel corso della decennale attività lavorativa, oltre ad un continuo aggiornamento sulle evoluzioni tecnologiche del settore, permettono al personale specializzato di Ramgas di essere una certezza in ogni situazione.

Caratteristiche che rendono questa azienda con sede a Rovato una scelta idonea sotto tutti i punti di vista. Inoltre, affidarsi a dei professionisti permette di risparmiare tempo e guadagnarne per le proprie passioni o per fare una salutare passeggiata all’aperto.

Per chi si diletta con il fai da te e il bricolage, e vuole eseguire la manutenzione da solo, ecco 4 azioni da compiere per avere un impianto di condizionamento pronto a rinfrescare la propria abitazione e renderla più vivibile nella calde giornate estive.

1: Pulizia e lavaggio del filtro dell’aria

I filtri dell’aria presenti in tutti i sistemi di condizionamento sono la zona dove più si deposita polvere e impurità. Ogni anno, ma è bene pulirli anche più volte l’anno, è opportuno eseguire una pulizia accurata di questi filtri. Se il filtro presente negli split è molto sporco, questo ha un forte impatto sulla qualità dell’aria che si andrà a respirare.

Pulire i filtri dell’aria è molto semplice. Per farlo a casa, una volta che si sono rimosso dalla loro sede, si può utilizzare acqua calda e un detergente naturale. Una volta completata la pulizia, si deve far asciugare alla perfezione il filtro e quindi rimontarlo al suo posto.

2: Pulizia delle serpentine

Le serpentine presenti sul motore dell’impianto di condizionamento aiutano il motore a ridurre la sua temperatura e assorbono il calore in eccesso. Con il passare del tempo, le serpentine accumulano sempre più polvere e sporcizia. Fattore che quindi porta a ridurre la loro efficacia e quindi a surriscaldare il motore. La sporcizia presente sulle serpentine, oltre a portare al surriscaldamento del motore porta anche a un maggior consumo di corrente elettrica.

Prima della stagione estiva, è sempre bene verificare lo stato di pulizia delle serpentine. La loro pulizia deve essere eseguita utilizzando un pennello o uno spazzolino dalle setole morbide. Una pressione eccessiva, può causare il piegamento o la rottura delle alette che formano le serpentine.

3: Verificare la presenza di detriti all’esterno della ventola di aspirazione

La ventola presente negli impianti di aspirazione è una parte molto importante dell’impianto. La sua pulizia può migliorarne le prestazioni e ridurre il consumo di corrente elettrica. Se il motore dell’impianto emette un suono fuori dal normale o l’impianto fatica a raggiungere la temperatura impostata, può essere una buona idea verificare se la ventola è libera di aspirare aria o se ci sono delle problematiche.

Se non si nota niente di strano, ma il problema persiste, è opportuno chiedere un intervento da parte di un tecnico specializzato. Così da verificare la provenienza del rumore e risolvere il problema al più presto.

4: Pulizia dello scarico della condensa

Durante il funzionamento di un impianto di condizionamento, si può andare a creare della condensa. Condensa, che con il passare del tempo si può accumulare e andare a creare intasamenti e accumuli di sporcizia.

Per evitare tutto questo, è bene verificare che lo scarico della condensa sia libero. Nel caso risulti ostruito, è opportuno liberarlo e utilizzare un detergente disinfettante per una pulizia accurata. Nei negozi di bricolage e fai da te sono presenti dei detergenti in schiuma che sono la scelta più idonea per questo compito. La schiuma, andrà a ricoprire ogni zona dello scarico. Pulendolo alla perfezione e riducendo la presenza di batteri e spore di muffa sulle sue pareti.

Come si è potuto constatare, la manutenzione di un impianto di condizionamento non è affatto difficile. Se non ci si sente sicuri nell’eseguire queste operazioni è bene affidarsi ad aziende specializzate. Eseguire una cattiva manutenzione, può essere dannoso per il corretto funzionamento di tutto l’impianto di condizionamento. Fattore che porta ad un maggior consumo di corrente elettrica e a una minore resa.

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome