POS senza banca, come funziona

Un POS senza banca, permette di effettuare i pagamenti digitali senza avere un istituto finanziario alle spalle. Prima di adeguarsi alla norma vigente ed all'obbligo POS, è opportuno imparare a conoscere quali sono le caratteristiche di un POS mobile. Ecco come fare a trovare la soluzione migliore per la propria realtà commerciale o imprenditoriale, valutando anche il costo POS.

0
POS senza banca
Pos, foto generica da Pixabay

Un POS senza banca, permette di effettuare i pagamenti digitali senza avere un istituto finanziario alle spalle. Prima di adeguarsi alla norma vigente ed all’obbligo POS, è opportuno imparare a conoscere quali sono le caratteristiche di un POS mobile. Ecco come fare a trovare la soluzione migliore per la propria realtà commerciale o imprenditoriale, valutando anche il costo POS.

  • POS mobile, le caratteristiche

Un POS mobile è un dispositivo detto anche portatile, in quanto permette di accettare i pagamenti digitali con carte di credito o carte di debito in maniera pratica. Tale dispositivo non è mai connesso ad un filo ed è economico rispetto ad un classico apparecchio. Chi sceglie un POS senza fili, di solito lo fa per garantire dei pagamenti anche distanti rispetto alla cassa. In genere, questi POS funzionano grazie a una rete wireless. Infine, si tratta di un “POS banca”, ovvero una realtà che permette i pagamenti digitali senza aver fatto uno specifico accordo con una banca.

  • I vantaggi della scelta di un POS senza banca mobile

Acquistare un POS senza banca mobile conviene in quanto, si avrà un abbattimento dei costi rispetto a un dispositivo classico. È un POS economico: infatti, permette di garantire i pagamenti digitali senza troppe difficoltà. Questo sistema funziona con una rete WiFi e per tali POS, i costi sono irrisori. In più, permette di effettuare il pagamento anche per i servizi da asporto o per il servizio ai tavoli.

I cosiddetti mPOS sono una vera e propria realtà che permette di rispondere all’obbligo di legge previsto da circa un anno, trovando il POS più economico in commercio. Con la legge 157 del 2019, tutti coloro che hanno un’attività professionale, commerciale o imprenditoriale, devono fare i conti con questa necessità. Infatti, è diventato obbligatorio garantire il pagamento digitale ed elettronico ai propri clienti. Per farlo si possono scegliere vari tipi di POS. I migliori sono i POS senza costi fissi, che prevedono solo le commissioni pagamento POS.

  • POS mobile, i costi

Un POS portatile in genere, ha dei costi molto più bassi rispetto invece, ai dispositivi classici. Parliamo di un POS mobile che in genere potrebbe avere una spesa fissa e poi, quella sulle commissioni POS. Invece, scegliendo quelli di realtà come SumUp si ha la possibilità di comprare il dispositivo a dei prezzi molto bassi, ovvero partendo da 29 euro in su. Poi, non vi saranno altre spese fisse di canone o di noleggio. Una spesa fissa, invece, sono le commissioni POS: sono queste la vera rivoluzione di SumUp!

Anche con diverse carte utilizzate, SumUp offre dispositivi POS senza costi fissi. Le commissioni POS sono sempre uguali, anche con differenti carte utilizzate, ovvero saranno pari al 1,95%!

  • Il bonus POS

Per adeguarsi alla normativa fiscale del 2019 e 2020, bisogna quindi comprare un dispositivo POS mobile o di qualunque altro genere. Per andare incontro agli esercenti, agli imprenditori e professionisti che devono fare queste spese, il Governo ha deciso di prevedere, nell’ambito del decreto fiscale, il cosiddetto bonus POS. Previsto sia nel 2020 che nel 2021, questo bonus è in pratica un credito di imposta pari al 30%, che garantisce a tutti coloro che hanno l’obbligo POS di avere un rimborso sulle spese effettuate. Vale la pena sottolineare che il credito d’imposta vale sia per i costi sulle commissioni POS, che invece, per l’acquisto del dispositivo o il suo noleggio.

  • Perché scegliere un POS senza banca portatile

Nella scelta di un POS portatile, bisogna valutare una serie di caratteristiche. In genere, conviene scegliere un POS senza banca mobile perché è un dispositivo con un meccanismo leggero e che funziona in maniera molto pratica. Non avrete l’obbligo di fare un accordo con una banca!

Poi, non vi sono limiti nella lettura delle carte disponibili in circolazione. Un POS wireless però, aiuterà anche a gestire il tutto attraverso il proprio smartphone. Sarà molto più pratico e tecnologicamente avanzato. Un’altra cosa che c’è da dire, è che questo POS aiuta ad effettuare le transazioni in modo molto più veloce. La maggior parte dei dispositivi POS wireless sono anche dotati di un sistema contactless, in modo di garantire il pagamento senza PIN. In più, i modelli come quelli SumUp, funzionano sia col WiFi che con la rete 3G o 4G: possono essere gestiti facilmente anche attraverso un’applicazione per dispositivi mobili.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome