🔴 Civile, detenuto psichiatrico devasta la camera dell’ospedale e si ferisce

Diversi i danni tra porte e sedie rotte, un armadio spaccato, un televisore distrutto e specchi del bagno rotti con i quali l'uomo si è inferto numerosi tagli al corpo. L’intervento immediato degli Agenti di Polizia Penitenziaria  e del personale sanitario ha evitato che la situazione degenerasse.

0
Polizia penitenziaria, foto di Stefano Petroni da Fickr https://www.flickr.com/photos/airforceone/4680314430

Momenti di panico stamani presso il reparto infettivi dell’Ospedale Civile di Brescia dove un
detenuto, piantonato, ha dato in escandescenza devastando la propria camera di degenza. A riferirlo è un comunicato della Funzione pubblica Cgil.

Diversi i danni tra porte e sedie rotte, un armadio spaccato, un televisore distrutto e specchi del bagno rotti con i quali l’uomo si è inferto numerosi tagli al corpo. L’intervento immediato degli Agenti di Polizia Penitenziaria  e del personale sanitario ha evitato che la situazione degenerasse.

“Ancora una volta – stigmatizza il Coordinatore regionale della Fp Cgil Polizia Penitenziaria Calogero Lo Presti – certi soggetti si rendono responsabili di azioni violente che mettono a dura prova la sicurezza del personale della Polizia Penitenziaria ma, in questo caso, anche dei  sanitari operanti presso la struttura ospedaliera. Tra l’altro il soggetto è recidivo rispetto ai predetti comportamenti, infatti, in un altro istituto penitenziario aveva appiccato il fuoco all’interno della camera detentiva. Purtroppo la gestione di soggetti psichiatrici o comunque con problemi di insofferenza al regime penitenziario mettono in serio pericolo l’incolumità fisica dei poliziotti penitenziari, sovente, costretti a gestire situazioni ad alto rischio. Non basta la preparazione e la professionalità del personale della Polizia Penitenziaria nell’affrontare simili situazioni bisogna che le istituzioni dello Stato intervengano normativamente adottando delle soluzioni che permetterebbero alle persone con infermità psicopatologica di scontare la pena in detenzione o arresti domiciliari o in altro luogo pubblico di cura, assistenza o accoglienza, così da soddisfare le esigenze di supporto terapeutico in un contesto extracarcerario. Il carcere – conclude Lo Presti – non è, e non può essere considerato, un luogo di cura per soggetti psichiatrici, ma un luogo dove si espia la pena e si redimono i condannati al fine del loro reinserimento nel tessuto sociale”.

CLICCA QUI E RICEVI DIRETTAMENTE SUL CELLULARE LE NEWS PIU’ IMPORTANTI DI BRESCIA E PROVINCIA E LE INFORMAZIONI DI SERVIZIO (INCIDENTI, ALLERTE SANITARIE, TRAFFICO E ALTRE INFORMAZIONI UTILI) ISCRIVENDOTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM

MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, LA GUIDA

🔴 MASCHERINE, QUALI SONO UTILI CONTRO IL CORONAVIRUS
🔴 MASCHERINE, APPROFONDIMENTO SU DPI FFP2 E FFP3

🔴 MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, I CONSIGLI DELL’ESPERTO

🔴 MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, COSA BISOGNA GUARDARE PER NON SBAGLIARE L’ACQUISTO

🔴 DIFFERENZA TRA MASCHERINE FILTRANTI E CHIRURGICHE

🔴 CORONAVIRUS, CHI DEVE USARE LE MASCHERINE E QUALI

🔴 MASCHERINE, GUANTI E IGIENIZZANTI MANI: COME SI USANO

🔴 LE MASCHERINE SERVONO O NO?

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO
🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

Ultimo aggiornamento il 30 Maggio 2021 13:00

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome