🐶 Cavalli abbandonati e maltrattati: cosa si può fare? | 🐶 ANIMALI & ANIMALI /53

Quando si avvistano cavalli in sofferenza, ovviamente si vorrebbe aiutare. Ma come? Sarebbe bello che bastasse una telefonata per risolvere la situazione, vuoi ai carabinieri, alla municipale, ai veterinari delle ATS o agli enti preposti ai controlli sugli animali (guardie ecozoofile). Purtroppo, spesso non è così

0
Cavalli, foto generica da Pixabay

di – Nell’articolo precedente è stato dato spazio ad Horse Angels, l’associazione nazionale che nasce per la tutela dei cavalli e che oggi ha ampliato il suo operato verso gli animali e l’ambiente. In maniera sintetica, partendo dall’ambito originario d’intervento di questa Odv, Horse Angels offre i consigli su cosa fare se si vedono cavalli trascurati, abbandonati, maltrattati.

Quando si avvistano cavalli in sofferenza, ovviamente si vorrebbe aiutare. Ma come? Sarebbe bello che bastasse una telefonata per risolvere la situazione, vuoi ai carabinieri, alla municipale, ai veterinari delle ATS o agli enti preposti ai controlli sugli animali (guardie ecozoofile). Purtroppo, spesso non è così. Oltretutto, se per ignoranza ci si sbaglia a muovere, si rischia di far peggio. Per essere il più possibile utili è importante capire i limiti della normativa attuale sulla tutela equina.

Come funziona la legge?

“L’abbandono di animali è un reato, per la precisione reato comune, commesso da chi abbandona animali domestici o che abbiano acquisito abitudini della cattività e da chi detiene animali in condizioni incompatibili con la loro natura e produttive di gravi sofferenze. L’elemento soggettivo del reato è la colpa.

Dunque ritroviamo due tipologie di comportamento considerato penalmente punibile:

  • l’abbandono di animali;
  • la loro detenzione in condizioni che contrastano con la natura e generano sofferenze.

In entrambi i casi la pena prevista è quella dell’arresto fino ad un anno o dell’ammenda da 1.000 a 10.000 euro.

Il nostro ordinamento giuridico prevede e punisce l’abbandono degli animali con l’applicazione dell‘articolo 727 del Codice Penale e oggi la tutela risulta rafforzata grazie all’inserimento della legge 189/2004 che ha introdotto i delitti di uccisione di animali, di organizzazione di spettacoli o manifestazioni che provochino sevizie per gli stessi e di organizzazione di combattimenti (articolo 544 bis, quater, quinquies – studiocataldi.it)”

La negligenza, l’abuso e / o l’abbandono sono considerati crudeltà perché, come esseri senzienti, gli animali sono dotati di una propria sensibilità e sono in grado di percepire il dolore che può derivare dall’abbandono e dalla mancanza di adeguate attenzioni, tale per cui l’abbandono di un animale è equiparato addirittura all’abbandono di incapace.

Precisato il principio legale accade però alcune volte che non sia certo il risultato ottenuto con una segnalazione.  In riferimento all’aspetto degli equini, secondo l’esperienza riportata da Horse Angels, anche a seguito di esposto, di sopralluogo da parte di un ufficiale, non necessariamente segue il sequestro con rimozione dei cavalli e l’arresto del proprietario. Per quanto riguarda l’arresto si tratta di una evenienza veramente singolare che si verifica solo a seguito di un processo che termina con la colpevolezza dell’allevatore, dove siano rasentate delle aggravanti particolari, e la cui sentenza passi in giudicato.

In particolare, se a seguito di un sopralluogo l’allevatore (proprietario, detentore) ad esempio viene valutato fallace, quello che succede è che l’autorità territoriale preposta, cioè la Ats veterinaria, muova delle prescrizioni e, se è il caso, delle sanzioni.

Ma perché è difficile che i cavalli possano essere sequestrati?

Perché il proprietario può appellarsi contro la misura. I casi possono trascinarsi attraverso i tribunali per anni e questo può comportare situazione di stallo e incertezza per i cavalli stessi, che qualcuno nel frattempo deve mantenere fino a quando il procedimento giudiziario non giungerà alla sua conclusione. Dovessero questi essere affidati ad associazioni o privati per il mantenimento fino alla fine del processo è consuetudine, ormai dai tempi di crisi, che non sia erogato alcun rimborso di giustizia per il loro mantenimento. E se fossero invece affidati all’indagato potrebbero continuare a vivere nella negligenza, nell’abuso o maltrattamento cui erano sottoposti prima del sequestro. Dovesse poi, al termine dell’iter giudiziario, vincere l’imputato può richiedere la restituzione dei cavalli e i danni.

Infine, ci sono casi in cui la crudeltà verso gli animali è una violazione di tipo amministrativo, piuttosto che penale. Infatti la trascuratezza e la negligenza che non comportano il rischio di morte immediato del cavallo è più probabile che siano recepite come violazioni amministrative e che diano luogo a una prescrizione (cioè è definito un lasso di tempo per migliorare la gestione) per evitare le sanzioni (multe).

Cosa fare secondo l’esperienza di Horse Angels?

  • Quando si incontra un cavallo vagante o libero, occorre chiamare immediatamente la municipale. Tale condizione determina infatti un pericolo immediato se il cavallo può essere causa di un incidente. Se si riesce a catturare il cavallo in sicurezza è buona cosa, se si devono correre dei rischi è meglio preferire che a farlo siano persone capaci. Chiamando le forze dell’ordine occorre ovviamente segnalare un indirizzo preciso in cui il cavallo si trova.
  • Se si vede un cavallo – o qualsiasi altro animale – che si ritenga possa essere trascurato, abusato o abbandonato chiamare il veterinario, o la municipale, o i carabinieri o le guardie ecozoofile competenti per quello specifico territorio. Se il pericolo non è immediato è ancora più efficace fare una segnalazione scritta perché si innesca l’obbligo documentato di sopralluogo entro 30 giorni.

Cosa non fare?

  • Non sottrarre di forza il cavallo al suo proprietario, si potrebbe essere accusati di furto e passare dalla parte del torto.
  • Non soccorrere l’animale prima dell’intervento delle autorità perché l’eventuale accudimento con acqua o fieno prima dei soccorsi potrebbe far decadere le accuse di negligenza.
  • Non somministrare cure non concordate con il proprietario perché se poi il cavallo avesse un malore si potrebbe essere accusati di aver peggiorato le cose.
  • Non cercare di fare giustizia da soli, potrebbe essere un boomerang contro i soccorritori.

Il team di Horse angels sostiene che purtroppo la soluzione per l’abuso, la negligenza e il maltrattamento di cavalli in Italia non è semplice con le attuali normative. Si può fare gruppo con coloro che vogliono cambiare le regole e impegnarsi nella sensibilizzazione per prevenire i casi. La determinazione e costanza insieme alla conoscenza del modo migliore di agire possono premiare e far ottenere un miglioramento delle condizioni di gestione degli animali che si vogliono soccorrere.

SITI UTILI

www.horse-angels.it

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DELLA RUBRICA CLICCANDO QUI

CHI SONO?

Sara Ferrari Sara Ferrari… Laurea presso la Facoltà di Medicina dell’Università di Brescia come educatore e specializzazione in colloqui clinici ed attività consultoriali presso l’Università Cattolica passando per il corso di perfezionamento in Psicologia Clinica perinatale. La formazione professionale improntata agli studi psico-socio-educativi è stata applicata lavorando in servizi formativi ed educativi, in particolare in centri rivolti a minori per prevenzione del disagio ed alle famiglie per interventi di riduzione dell’abbandono scolastico.La passione per il gioco con gli animali, che sono per me la dimensione della pace, insieme all’attrazione per l’osservazione e la comunicazione sono i fuochi che mi animano.

PER SEGNALAZIONI, PROPOSTE E SUGGERIMENTI SCRIVETE A: [email protected]

MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, LA GUIDA

🔴 MASCHERINE, QUALI SONO UTILI CONTRO IL CORONAVIRUS

🔴 MASCHERINE, APPROFONDIMENTO SU DPI FFP2 E FFP3

🔴 MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, I CONSIGLI DELL’ESPERTO

🔴 MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, COSA BISOGNA GUARDARE PER NON SBAGLIARE L’ACQUISTO

🔴 DIFFERENZA TRA MASCHERINE FILTRANTI E CHIRURGICHE

🔴 CORONAVIRUS, CHI DEVE USARE LE MASCHERINE E QUALI

🔴 MASCHERINE, GUANTI E IGIENIZZANTI MANI: COME SI USANO

🔴 LE MASCHERINE SERVONO O NO?

🔴 L’INCHIESTA: MASCHERINE FINITE? GLI OSPEDALI NON SANNO CHE POSSONO RIGENERARLE…

🔴 CORONAVIRUS: OBBLIGATORIO COPRIRSI CON MASCHERINA O ALTRO QUANDO SI ESCE DI CASA

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO

TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS

🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

7,20€
7,99€
disponibile
7 new from 7,20€
Ultimo aggiornamento il 31 Maggio 2021 10:47

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e , sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome