Aria inquinata davanti a scuola, flash mob di protesta anche a Brescia

L'iniziativa si è svolta simultaneamente in sei città italiane per chiedere l'intervento del governo per una migliore qualità dell'aria al fine di tutelare lo sviluppo e la salute dei bambini

0
Flash mob Basta Veleni - foto di Ivano Giordano
Flash mob Basta Veleni - foto di Ivano Giordano (ufficio stampa Cittadini per l'aria)

Una vera e propria ondata di protesta pacifica si è rovesciata oggi in sei città italiane per chiedere l’intervento del governo per una migliore qualità dell’aria al fine di tutelare lo sviluppo e la salute dei bambini.

Anche a Brescia (le altre città coinvolte sono Roma, Milano, Bologna, Napoli, Torino) è così arrivato il flash mob di protesta, coordinato dal comitato Cittadini per l’aria con le associazioni ed istituzioni che in tutta Italia in questi anni hanno monitorato la presenza di biossido di azoto (NO2) di fronte alle scuole delle loro città.

Piccoli e adulti, insieme al gruppo Basta Veleni e in collaborazione con il Comitato genitori della scuola primaria Calini, hanno invaso la scalinata di via della Consolazione che da piazzetta Tito Speri sale verso il Castello di Brescia. Su ogni scalino sono stati posti cartelli colorati che illustrano le concentrazioni di biossido di azoto registrate davanti alle scuole bresciane. In tutte le città monitorate, le concentrazioni di NO2 misurate durante le campagne di scienza partecipata (“No2 No Grazie”, “Che aria tira?”, “Quanto pesa l’aria a scuola?”) sono risultate, nella stragrande maggioranza dei casi, fuorilegge rispetto al limite previsto dalle norme vigenti (D.lgs. 155/2010) e inoltre, sempre molto al di sopra del limite indicato dai ricercatori dell’OMS a tutela della salute umana.

«I primi a subire gli effetti della cattiva qualità dell’aria – si legge in una nota stampa di Cittadini per l’aria – sono i bambini e le bambine a carico dei quali si determina la riduzione dello sviluppo e della funzione polmonare, l’incremento di asma, infezioni delle vie respiratorie anche nei più piccoli (bronchioliti), disturbi dello sviluppo del sistema neuro comportamentale (disturbi dell’attenzione, riduzione del QI) e allergie, fino ad arrivare ai tumori infantili. Patologie la cui insorgenza, come dimostrano molti studi, sono spesso associate anche all’esposizione della madre agli inquinanti durante la gravidanza. I danni dell’inquinamento dell’aria sui bambini rappresentano un’ipoteca sul loro futuro. L’esposizione all’inquinamento atmosferico in età infantile, non solo determina effetti misurabili nel bambino, ma si proietta negli anni successivi rendendo l’individuo più vulnerabile durante tutto il corso della vita.»

L’iniziativa è stata realizzata in coordinamento anche con Federasma e Allergie che oggi, 29 maggio, celebra l’annuale “Giornata del respiro” che vuole ricordare come la prevenzione debba essere considerata parte integrante delle cure.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, LA GUIDA

🔴 MASCHERINE, QUALI SONO UTILI CONTRO IL CORONAVIRUS
🔴 MASCHERINE, APPROFONDIMENTO SU DPI FFP2 E FFP3

🔴 MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, I CONSIGLI DELL’ESPERTO

🔴 MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, COSA BISOGNA GUARDARE PER NON SBAGLIARE L’ACQUISTO

🔴 DIFFERENZA TRA MASCHERINE FILTRANTI E CHIRURGICHE

🔴 CORONAVIRUS, CHI DEVE USARE LE MASCHERINE E QUALI

🔴 MASCHERINE, GUANTI E IGIENIZZANTI MANI: COME SI USANO

🔴 LE MASCHERINE SERVONO O NO?

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO
🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

40,00€
72,00€
disponibile
2 new from 40,00€
Ultimo aggiornamento il 1 Giugno 2021 23:55

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome