Chi è il consumatore etico?

Essere un consumatore etico significa comprare prodotti etici che non sono dannosi per l'ambiente e la società. Questi prodotti includono prodotti biologici, lampadine a basso consumo, elettricità da energia rinnovabile, carta riciclata e prodotti in legno.

0
Foto d'archivio da Unsplash

Essere un consumatore etico significa comprare prodotti etici che non sono dannosi per l’ambiente e la società. Questi prodotti includono prodotti biologici, lampadine a basso consumo, elettricità da energia rinnovabile, carta riciclata e prodotti in legno.

Tuttavia, molto spesso i consumatori sono influenzati da fattori individuali, poiché ciò che è etico per una persona potrebbe non esserlo per un’altra. “Fattori individuali” significa quando le persone vogliono risolvere un problema quotidiano, ma basano le loro decisioni sui loro valori e principi. Generalmente imparano questi valori dai membri della famiglia, dai gruppi sociali, dalla religione e dall’educazione formale.

Secondo lo studio di un’università Inglese i maggiori fattori influenti nel processo decisionale sono: età, bisogni, nazionalità, percezioni, educazione, valori e credenze, pressioni (tempo e luogo). Questa ricerca ha dimostrato che i consumatori si dividono in due gruppi distinti e separati; il primo gruppo è soprannominato “locus interno”, coloro i quali sono padroni del loro destino. Queste persone hanno la capacità di controllare gli eventi della loro vita con la propria abilità. Il secondo gruppo è chiamato “locus esterno”, in cui le persone sono altamente condizionate da eventi accaduti nella loro vita e molto spesso la decisione si basa sul “destino” o sulla “fortuna”.

L’80% dei consumatori si crede un consumatore etico: sono davvero etici?

I consumatori vorrebbero essere etici, ma non agiscono in base a questi desideri.
Per esempio, l’acquisto di attrezzature per ristorazione Italiane potrebbe essere considerata la miglior scelta per alcuni ristoratori, tuttavia, nel loro subconscio non è etico fare un investimento meno economico rispetto ad articoli importati da altri paesi e usano schemi di blocco al fine che questo prodotto non faccia parte della sua vita.

Questo atteggiamento è il risultato di fattori esterni, identità multiple o competitors sul mercato, prezzo, convenienza e anche la famiglia. Le persone in particolare iniziano a seguire uno stile di vita etico in 4 particolari eventi: ‘arrivo di un bambino, le donne incinte (cibo biologico, prodotti con meno sostanze chimiche), il “fattore colpa” e l’unità familiare.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome