“Tintarella di luna tintarella color latte” | 🟢 BRESCIA VISTA DALLA PSICOLOGA

Vi chiederete, cari lettori, perché questo titolo visto che non siamo assolutamente in inverno, non siamo nei Paesi nordici nel semestre di buoi bensì siamo all’inizio della stagione più luminosa e calda dell’anno. Ebbene il mistero è subito svelato: gli effetti della pandemia oltre a farsi sentire si sono fatti anche vedere e i corpi sono piuttosto pallidi e...in carne!

0
Doriana Galderisi, opinionista BsNews

di Doriana Galdrisi* – Vi chiederete, cari lettori, perché questo titolo visto che non siamo assolutamente in inverno, non siamo nei Paesi nordici nel semestre di buoi bensì siamo all’inizio della stagione più luminosa e calda dell’anno. Ebbene il mistero è subito svelato: gli effetti della pandemia oltre a farsi sentire si sono fatti anche vedere e i corpi sono piuttosto pallidi e…in carne!

Non è qui una questione di “gusti”. E, invece, una questione di effetto della pandemia, che ha portato con sé anche molti problemi legati al consumo di cibo e al conseguente aumento di peso.

Con l’arrivo della bella stagione che coincide, quest’anno, con la fine del lockdown e con la riapertura delle attività, progettare le vacanze e alleggerirsi negli abiti in qualche modo fa vedere che è trascorso proprio un anno di pandemia: immagino che nel leggere stiate intuendo a cosa mi riferisco…eh sì, mi riferisco a quei chili in più (qualcuno le definisce maniglie dell’amore) che rendono per tante persone molto difficile e preoccupante lo scoprire il corpo o anche il semplice alleggerire gli abiti. Il profilo infatti, per molti, è decisamente poco “sfilato”. Eh già, perché questo è quello che viene chiamato il momento della prova del nove, che, in questo caso, è la prova costume.

La pandemia e ciò che l’ha caratterizzata, cioè il lockdown, l’interruzione dell’attività fisica, sportiva, quindi una maggiore sedentarietà, il rimanere a casa con, spesso, grosse scorte di cibo e la facilità di reperire cibo pronto a domicilio, ma, soprattutto, la riduzione, in generale, delle gratificazioni della nostra vita hanno fatto sì che mangiare diventasse una compensazione senza quasi nemmeno rendersene conto.

Quindi anche chi in tempi normali, non di pandemia, ha esercitato sempre un buon controllo sull’alimentazione, può essersi trovato a rendersi conto di aver, come si suol dire, sgarrato.

Conseguenza?

Un aumento del peso indesiderato e, nei casi peggiori, addirittura la comparsa di veri e propri problemi alimentari o l’aggravamento dei disturbi dell’alimentazione eventualmente già presenti.

Il rapporto con il proprio corpo è, spesso, per molte persone, un problema in generale, ma il mettersi in costume, soprattutto se ci si auto-percepisce non in forma, è un vero e proprio dramma.

Uno studio australiano (Marika Tiggermann) descrive questa condizione mentale e psicologica come una crisi molto profonda denominata “bikini blues”. Si tratta di una sensazione di profondo malessere, legata alla valutazione estremamente negativa del proprio corpo, percepito come brutto, imperfetto e quindi da nascondere, in cui vi è una componente, oltre che ansiosa, marcatamente depressiva.

Per quanto concerne gli Italiani si stima che solo il 14 per cento si senta pronto alla prova costume. Gli altri spesso vivono una sensazione di insicurezza mescolata ad ansia. Cos’è che determina questa condizione psico-emotiva così negativa? A generare questo malessere multicomposto è fondamentalmente la difficoltà a conciliare, attraverso la nudità, le varie percezioni del Sé: quello che viene definito il Sé reale (cioè come siamo), il Sé atteso (ovvero come riteniamo che gli altri ci vogliano) e il Sé ideale (come vorremmo essere).

Questo triplice aspetto di rappresentazione del Sé spesso è la causa del senso di vergogna, inadeguatezza, sofferenza, e quindi del bisogno di nascondersi. Quando non c’è sufficiente allineamento tra queste parti del Sé, il corpo è visto come qualcosa di diverso, di esterno, scollegato dalla propria persona, alla stregua quasi di un oggetto. Il corpo diventa, quindi, un bersaglio di condanna con conseguente crollo dell’autostima.

In alcuni casi il DIS-PIACERE che si prova guardando o pensando al proprio corpo è talmente profondo e radicato da condurre alla strutturazione di quella che è detta dismorfofobia, cioè una condizione psichica, in forma patologica, per la quale non si è mai contenti della propria figura.

In questi casi, quando cioè la sensazione di essere brutti diventa troppo forte, spesso si presentano comportamenti di reazione o di compensazione come il sottoporsi a diete esageratamente ferree e iper restrittive, oppure esercitare un’attività fisica smodata, o un’iper selettività nella scelta dei cibi, o vengono effettuate manovre di svuotamento forzato del corpo a livello intestinale e gastrico, assunzione di farmaci dimagranti o anoressizzanti. Si tratta di tutta una serie di comportamenti che potrebbero sembrare di cura del sé ma che, in verità, esprimono una forte aggressione patologica verso il corpo.

In alcuni casi l’ossessione per l’abbronzatura, definita tanoressia, il desiderio cioè di avere un corpo super colorato, nasconde spesso un’immagine negativa del proprio corpo, che, con l’abbronzatura, si cerca di rendere migliore. Nella tanoressia vi sono somiglianze con l’anoressia, nel senso che, come l’anoressico non si percepisce mai sufficientemente magro, anche il tanoressico non si percepisce mai sufficientemente abbronzato.

In pratica, l’apparentemente innocua prova costume diventa invece quasi una prova di tenuta generale dell’equilibrio, della salute psichica e della capacità di cogliere davvero il positivo delle situazioni di cambiamento, nonché la capacità anche di potersi concedere delle  chances.

Seguire un’alimentazione più controllata o una dieta e fare dello sport, è parte della cura di sé, quindi diventa una sorta di spinta al miglioramento. Il tutto acquista una valenza sana e positiva se è all’interno di un progetto di cambiamento di stile di vita e, quindi, presuppone gradualità e tempi non immediati; da qui si comprende quanto invece tutte le manovre riparatorie dell’ultimo minuto siano, oltre che inefficaci e faticose anche, spesso, negative per la salute, soprattutto perché manca l’elemento di fondo, cioè l’acquisizione e lo sviluppo di una volontà di cambiamento che si mantiene nel tempo.

Perché il corpo non è né un elastico né un abito che si può accorciare, stringere o riprendere a proprio piacimento; è una macchina molto complessa di funzionamento metabolico ed ormonale che però, se mal sollecitata, va letteralmente in… tilt!

Mentre riflettiamo su cosa fare…vamos a la playa!

Grazie per l’attenzione, appuntamento tra 15 giorni.

CHI E’ DORIANA GALDERISI?

Doriana Galderisi è padovana d’origine e bresciana d’adozione: lavora nel campo della psicologia da più di 27 anni con uno studio in via Foscolo, a Brescia. Esperta in: Psicologia e Psicopatologia del Comportamento Sessuale Tipico e Atipico, Psicologia Criminale Investigativa Forense, Psicologia Giuridica, Psicologia Scolastica, Psicologia dell’Età Evolutiva, Neuropsicologia. E’ inoltre autorizzata dall’ASL di Brescia per certificazioni DSA (Disturbi specifici di Apprendimento). E’ iscritta all’Albo dei CTU, all’Albo dei Periti presso il Tribunale Ordinario di Brescia e all’Albo Esperti in Sessuologia Tipica e Atipica Centro “il Ponte” Giunti-Firenze.

LEGGI TUTTE LE PUNTATE DELLA RUBRICA DI DORIANA GALDERISI CLICCANDO SU QUESTO LINK

MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, LA GUIDA

🔴 MASCHERINE, QUALI SONO UTILI CONTRO IL CORONAVIRUS

🔴 MASCHERINE, APPROFONDIMENTO SU DPI FFP2 E FFP3

🔴 MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, I CONSIGLI DELL’ESPERTO

🔴 MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, COSA BISOGNA GUARDARE PER NON SBAGLIARE L’ACQUISTO

🔴 DIFFERENZA TRA MASCHERINE FILTRANTI E CHIRURGICHE

🔴 CORONAVIRUS, CHI DEVE USARE LE MASCHERINE E QUALI

🔴 MASCHERINE, GUANTI E IGIENIZZANTI MANI: COME SI USANO

🔴 LE MASCHERINE SERVONO O NO?

🔴 L’INCHIESTA: MASCHERINE FINITE? GLI OSPEDALI NON SANNO CHE POSSONO RIGENERARLE…

🔴 CORONAVIRUS: OBBLIGATORIO COPRIRSI CON MASCHERINA O ALTRO QUANDO SI ESCE DI CASA

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO

TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS

🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

25,00€
disponibile
as of 6 Luglio 2021 17:53
4,05€
25,00€
non disponibile
44 new from 4,05€
as of 6 Luglio 2021 17:53
6,98€
7,99€
disponibile
6 new from 6,98€
as of 6 Luglio 2021 17:53
2,79€
3,99€
disponibile
2 new from 2,79€
as of 6 Luglio 2021 17:53
10,60€
disponibile
3 new from 10,60€
as of 6 Luglio 2021 17:53
20,99€
disponibile
2 new from 20,99€
as of 6 Luglio 2021 17:53
15,90€
16,90€
disponibile
3 new from 15,90€
as of 6 Luglio 2021 17:53
90,00€
disponibile
2 new from 90,00€
as of 6 Luglio 2021 17:53
7,99€
14,99€
disponibile
3 new from 7,99€
as of 6 Luglio 2021 17:53
13,89€
24,90€
non disponibile
5 new from 13,89€
as of 6 Luglio 2021 17:53
Ultimo aggiornamento il 6 Luglio 2021 17:53

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome