Paralimpiadi, ancora 6 medaglie per l’Italia del nuoto

0

TOKYO (GIAPPONE) (ITALPRESS) – Altre sei medaglie per l’Italnuoto nella seconda giornata dei Giochi Paralimpici di Tokyo 2020. Sale dunque a 11, il numero provvisorio di podi per la spedizione tricolore all’Acquatics Center. Le imprese del giorno sono state firmate da due atleti delle Fiamme Oro, Francesco Bocciardi e Stefano Raimondi: il genovese ha bissato il trionfo nei 200 stile S5 vincendo anche i 100, mentre Raimondi (foto Bizzi/CIP) ha riscattato alla grande il 4° posto dei 50 stile vincendo i 100 rana. Medaglia di bronzo per Monica Boggioni, anche lei brava a ripetere il terzo posto di mercoledì nei 200 stile S5 salendo sul podio nei 100, mentre sono tre gli argenti di giornata: Luigi Beggiato nei 100 stile S4, Carlotta Gilli nei 100 dorso S13 e la staffetta 4×50 stile libero mista, composta da Giulia Terzi, Arjola Trimi, Luigi Beggiato e Antonio Fantin. “Dopo questi primi due giorni sono strafelice per i risultati che stiamo registrando, davvero straordinari. Sono orgoglioso di questo tsunami del nuoto paralimpico fatto da ragazze e ragazze che si meritano tutto quello che stanno ottenendo” il commento del presidente del Cip Luca Pancalli che ringrazia “tutta la squadra del Comitato Italiano Paralimpico che ha lavorato duramente per costruire le basi per questi successi garantendo alle Federazioni le condizioni per lavorare al meglio”. Non sono invece arrivate buone notizie per l’Italia dalla scherma in carrozzina. Nella spada Emanuele Lambertini è stato battuto per una stoccata (15-14) ai quarti dal fuoriclasse cinese Tian. Nel tabellone dei 16 eliminati Edoardo Giordan (categoria A maschile) e Rossana Pasquino (categoria B femminile). Domani l’Italia tornerà in pedana per la gara a squadre maschile con Marco Cima che si aggiungerà a Lambertini e Giordan. Nei tornei di tennistavolo sconfitta al debutto per il neo 18enne Matteo Parenzan, che si è dovuto arrendere 0-3 (12-14, 6-11, 7-11) al ben più esperto danese Peter Rosenmeier. Battuta d’arresto all’esordio anche per Federico Falco e Andrea Borgato, comunque ancora in corsa per la qualificazione. Di nuovo una vittoria, invece, per Giada Rossi nel gruppo A del singolare femminile classe 1-2, stavolta contro la francese Isabelle Lafaye, liquidata 3-0. Nell’equitazione, infine, Federica Sileoni è uscita a testa alta dalla gara di dressage.

(ITALPRESS).

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments