Forbici da potatura elettriche: cosa sono e perché convengono

Giardinaggio e agricoltura: due campi di interesse indispensabili per chiunque abbia un po’ di pollice verde e voglia assecondare questa inclinazione. Per dedicarsi al giardinaggio, sono necessarie sicuramente dedizione e costanza ma, allo stesso tempo, sono indispensabili anche i giusti attrezzi. Tra questi, spiccano certamente le forbici da potatura, altrimenti dette cesoie.

0
Siepe, foto generica da Pixabay

Giardinaggio e agricoltura: due campi di interesse indispensabili per chiunque abbia un po’ di pollice verde e voglia assecondare questa inclinazione. Per dedicarsi al giardinaggio, sono necessarie sicuramente dedizione e costanza ma, allo stesso tempo, sono indispensabili anche i giusti attrezzi. Tra questi, spiccano certamente le forbici da potatura, altrimenti dette cesoie.

La potatura è, infatti, una delle principali azioni cui dedicarsi quando si intende fare giardinaggio con criterio: migliorare l’aspetto della pianta stessa, stimolare la crescita dei suoi fiori e frutti, garantirne una crescita in salute, robustezza e sicurezza; questi e molti altri sono i vantaggi garantiti da un’attenta opera di potatura. Necessaria per la questa operazione è dunque una forbice adatta. Ne esistono ormai di vari tipi, alcuni dei quali ancora azionabili manualmente, mentre altri – più recenti – funzionano a batteria.

Come funzionano le forbici da potatura manuale

Le forbici da potatura manuale sono – come si intuisce – azionate soltanto mediante la forza dell’uomo. Si parla, in questo caso, delle classiche cesoie, adatte – in base alla struttura e al tipo di taglio – più che altro a rami di diametro non superiore ai 40 millimetri. Il taglio andrà condotto in maniera perpendicolare alle fibre, con precisione tale da evitare sfilacciamenti dovuti a un’operazione poco netta.

Forbici da potatura elettriche: una rivoluzione

In tempi più recenti, sono state sviluppate delle cesoie non manuali, azionabili tramite un compressore. Queste cesoie ad aria compressa potevano essere utilizzate durante le operazioni di potatura abbondante (specie nei frutteti), ma richiedevano di essere collegate a un trattore per funzionare. La soluzione dunque era efficace, ma allo stesso tempo poco pratica.

La rivoluzione nel campo delle batterie, invece, ha portato all’ideazione di cesoie elettriche a batteria molto prestanti e funzionali, adatte a risparmiare tempo e fatica e condurre le operazioni di pota nel miglior modo possibile. La praticità è garantita anche dall’assenza – in alcuni modelli – di un cavo elettrico da cui dipendere, poiché la batteria può essere inclusa nell’apparecchio stesso: queste forbici da potatura si rivelano ideali per rami dal diametro che va dai 2,5 ai 4 centimetri.

Online si possono trovare tanti siti dove acquistare forbici da potatura a batteria e valutarne le caratteristiche e le specifiche. In via preliminare, è possibile valutare che, solitamente, queste forbici hanno una struttura a taglio passante o by-pass: è la struttura più comune nel campo delle cesoie (anche in quelle manuali), ideale per tagli precisi, puliti e netti (senza sfilacciamenti di alcun genere). Tendenzialmente, nelle cesoie manuali, questa struttura si rivela inefficace o poco prestante sui rami di diametro superiore a 1,5 centimetri. Non è questo il caso delle forbici da potatura a batteria.

Il livello di carica della batteria stessa può essere verificato costantemente su un display incorporato. La batteria, inoltre, può essere integrata nella forbice (quale è il caso della forbice elettrica Volpi, modelli KV290 e seguenti), all’interno del manico e comunque estraibile. In questi casi, la struttura della cesoia è più compatta e l’attrezzo in sé si rivela più maneggevole, perché non si è ingombrati da fili di alcun tipo. Di contro, la batteria – essendo più piccola – avrà una minore autonomia (sulle tre o quattro ore). Per questo, le cesoie elettriche a batteria integrata sono ideali per piccole aziende agricole o – in alternativa – per chi si dedica al giardinaggio per puro hobby.

Le forbici da potatura con batteria esterna, invece, godono di una maggiore autonomia (che oscilla dalle sei alle otto ore) e hanno una potenza superiore, adatta anche a rami di diametro più elevato (dunque più resistenti). L’unica nota negativa è la ridotta maneggevolezza, legata alla presenza di un filo flessibile che collega la cesoia allo zaino che contiene la batteria stessa; tuttavia, i risultati ottenuti con questi modelli (tra cui le forbici Pellenc Prunion 250 e 150p) sono certamente superiori.

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome