Bitcoin sempre più presenti nella vita quotidiana

Per comprare un Big Mac si possono utilizzare i Bitcoin, nel El Salvador il BTC a corso legale, come il Bitcoin in pochi mesi si sta affermando nella vita di tutti i giorni

0
Bitcoin

Fino a pochi mesi fa sembrava impossibile che il Bitcoin potesse diventare fruibile da tutti o da molti, che si potesse pagare in Bitcoin ad un bar oppure poter comprare un panino al MC pagandolo in BTC.

All’inizio del 2021 ci fu una grande diatriba sul Bitcoin e sulle possibilità di crescita, in quel periodo alcuni dei maggiori esponenti di finanzia offrivano delle previsioni strabilianti, ora dopo alcuni mesi abbiamo visto come non siano state totalmente il linea con quello che poi è successo.

Per chi ancora non conosce al 100% il Bitcoin una breve panoramica, per inquadrare questa criptovaluta sia nel presente che nel passato. Il Bitcoin è la prima criptovaluta sviluppata, dobbiamo fare un tuffo nel passato e ritornare al 2009, quando Natoshi Sakamoto, sviluppò la prima moneta digitale aprendo le porte ad una vera e propria rivoluzione.

Come si possono acquistare i Bitcoin?

Per ottenere dei Bitcoin oppure una parte ci sono due strade, la prima è tramite il trading online e la seconda è tramite gli Exchanges.

Cosa cambia tra queste due modalità di investimento?

Fare Trading Criptovalute equivale a speculare sulle variazioni di prezzo delle Criptomonete senza acquistarle, in questo modo non sarete esposti in modo frontale alle variazioni di prezzo. Invece se parliamo di Exchange è necessario precisare che sono stati pensati e sviluppati in modo più complesso e di solito sono utilizzati da persone più esperte. Comunque gli Exchanges permettono di acquistare i Bitcoin, ma attenzione molte volte capita che l’acquirente perda tutto a causa di un cambiamento di valore repentino.

Detto questo, cerchiamo di capire come il Bitcoin sta prendendo piede affermandosi nella vita di tutti i giorni, come possiamo utilizzarlo e se altri paesi oltre El Salvador stanno prendendo in considerazione di trasformarla in valuta a corso legale.

Come Paypal abbia aperto la strada al Bitcoin

É necessario fare un passo indietro e tornare nel 2020 quando PayPal annunciò al mondo che avrebbe introdotto i Bitcoin, questo cambiamento fece un grande eco e di conseguenza il Bitcoin sali di valore, solo dopo pochi giorni passò da 11 mila dollari a 14 mila dollari. Ma per vedere una crescita esponenziale si dovrà aspettare i primi mesi del 2021, quando la criptovaluta raggiunse i picchi massimi di oltre 60 mila dollari.

Decisamente la scelta di PayPal di introdurre la possibilità di acquistare e pagare in bitcoin indusse una prima rivoluzione, ad oggi sono molteplici le banche mondiali che hanno deciso di non chiudere le porte al Bitcoin.

Fonte: Sole24Ore

Dove si possono spendere i BItcoin?

Poniamo il caso che abbiate una parte di Bitcoin e che vogliate fare acquisti con esso, ancora non è molto usuale comprare beni o servizi con questa cripovaluta, ma non impossible. Ad esempio il McDonald ha ben pensato di dare la possibilità ai suoi clienti di comprare panini e bibite con i Bitcoin.

Attenzione, ad oggi però è concesso utilizzare i Bitcoin per comprare un menù MC sono nel El Salvador dove da pochi giorni il Bitcoin è divenuto legale.

Font. Sole24Ore

Crescono di conseguenza anche gli sportelli bancomat di criptovalute, al primo settembre erano ventisettemila trecentosettantotto, ripartiti geograficamente nel seguente modo.

  • 24,669 in Nord America;
  • 1,263 in Europa;
  • 89 nel Sud America;
  • 239 in Asia;
  • 37 in Oceania.

Fonte: Sole24Ore

La crescita e l’espansione del Bitcoin è certamente una certezza, ma quali saranno i paesi che seguiranno i passi del El Salvador?

Quali sono le nazioni che vorrebbero introdurre il Bitcoin e i loro timori

Tra timori e curiosità certamente ci saranno altri stati che vorranno seguire le orme del El Salvador, molti si stanno chiedendo quali e quando.

Secondo alcuni dei maggiori siti che trattano questo argomento, emerge come ci siano alcuni stati che attualmente possiedono un grande quantità di Bitcoin, e questo potrebbe essere un incentivo per portare la moneta verso il corso legale, gli stati che posseggono una maggiore quantità di Bitcoin sono i seguenti:

  • Bulgaria: 231.519 BTC;
  • Ucraina: 46.351 BTC;
  • Georgia (governo): 66

La Bulgaria come l’Ucraina hanno una buona quantità di Bitcoin, pensate che nelle casse di Sofia ci sarebbero 213,519 BTC pari ad un valore di 7,6 miliardi di dollari. Questo per dire che le due nazioni hanno già una buona quantità di BTC nelle loro casse e potrebbero prendere in considerazioni di fare la stessa scelta del El Salvador. Certamente se da una parte del mondo si sta affacciando con estremo interesse alle valute digitali vi è un’altra parte che sta stilando delle regole ancora più ferree, come la Cina.

Fonte: Sole 24Ore

Parlare di Bitcoin è sempre molto interessante anche perché le notizie volano veloci e sono sempre imprevedibili, vedremo nel corso di questo 2021 quali altre sorprese ci riserva il BTC..

DISCLAIMER IMPORTANTE

Ovviamente gli investimenti finanziari e speculativi hanno un elevato fattore di rischio, tanto più quelli in criptovalute (come i Bitcoin) che sono strumenti ad altissima volatilità. Il nostro non è, dunque, un invito ad avventurarsi in questo mondo e in qualsiasi caso, il consiglio base per chi volesse farlo è quello di studiare e informarsi bene sugli strumenti che si vogliono utilizzare per evitare di subire perdite rilevanti (che con alcuni strumenti possono andare anche oltre il capitale investito). In qualsiasi caso, per tutti, è essenziale ponderare eventuali investimenti sulla base del proprio profilo di rischio e porre attenzione ai segnali che indicano un atteggiamento patologico verso gli strumenti online e finanziari.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome