Il meglio dell’aceto si chiama De Nigris

Speciale, inconfondibile, protagonista di mille ricette, l’aceto è un classico della cucina italiana e De Nigris lo declina in tante varianti della massima qualità tutte da provare

0
Foto generica da Pixabay

Il meglio dell’aceto si chiama De Nigris

Cosa sarebbe la cucina italiana senza l’aceto?

Di certo non esisterebbero le marinature, le sfiziose ricette in agrodolce che contraddistinguono tanti piatti regionali, né l’irrinunciabile insalata mista a cui l’aceto dona un accento tanto prezioso quanto inconfondibile.

Deciso, acidulo e dal gusto fortemente caratterizzato, l’aceto è protagonista in molte pietanze ed è sicuramente un ingrediente amato e apprezzato in numerose ricette tradizionali italiane e non.

Di aceti esistono tanti tipi: oltre al classico aceto di vino c’è l’aceto balsamico IGP, l’aceto di mele, di riso, di miele, di melograno… ognuno è perfetto in determinati contesti e attribuisce ai piatti un sapore senza pari.

Se varietà e versatilità fanno dell’aceto un ingrediente insostituibile, la qualità lo rende davvero unico. E quando si parla di aceti di qualità viene subito in mente il marchio De Nigris che ha fatto dell’aceto una vera e propria eccellenza del made in Italy nel mondo.

Cosa rende speciali i prodotti De Nigris

I prodotti De Nigris costituiscono davvero uno dei simboli della qualità del made in Italy.

Buoni, gustosi e sani, sono ottenuti solo dalla lavorazione degli ingredienti migliori e riescono a soddisfare ogni tipo di richiesta, assecondando sempre il gusto dei consumatori e proponendo soluzioni all’avanguardia, reinventate nel rispetto della tradizione ma sempre con un occhio puntato al futuro.

L’acetificio De Nigris, che con i suoi prodotti ha conquistato il mondo imponendosi progressivamente nel mercato internazionale, lavora secondo i canoni più rigorosi e rigidi che impongono le tecniche tradizionali ma facendo uso di una tecnologia all’avanguardia che punta a un approccio sostenibile e green facendo propri i migliori valori di trasparenza e rispetto.

Tanti tipi di aceto

Di aceti, come accennato esistono tanti tipi, ciascuno ha caratteristiche distintive proprie che lo rendono assolutamente unico.

Tra gli aceti più classici ci sono quello di vino bianco e rosso, quello di mele e di riso, quello balsamico di Modena IGP.

Gli aceti di vino si usano soprattutto nei condimenti di insalate e verdure crude e su secondi di carne e pesce.

L’aceto di mele, dal sapore meno pungente rispetto a quello di vino, si ricava dalla fermentazione del sidro ottenuto dalle mele e si riconosce per l’aspetto limpido e il gusto fresco e leggero. È perfetto sulle insalate di stagione, può essere impiegato nella lievitazione dei dolci dall’impasto soffice e, in alcune qualità, può essere usato nella preparazione di bevande dissetanti.L’aceto di riso si distingue per il tipico sapore orientale ed è eccellente in abbinamento al sushi. Il suo inconfondibile sentore gli dona una certa sapidità che ne permette l’utilizzo anche in sostituzione del sale.

L’aceto balsamico di Modena IGP, infine, da cui derivano anche glasse e condimenti del tutto unici, è tra gli ingredienti più diffusi e amati nella cucina contemporanea di stampo italiano e internazionale.

Grazie alle diverse qualità, è eccellente sulla maggior parte dei piatti,  si presta ad essere combinato sia su salati che su dessert (con le sue densità più alte) e il suo colore scuro e profondo lo rende bello e scenografico anche da vedere.

Una vera eccellenza del made in Italy nel mondo.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome