🔴 Trappola hard per estorcere 170.000 euro al prete: due condannati

Le forze dell'ordine, quindi, avevano organizzato una trappola all'ennesima consegna di denaro e individuato cinque persone: tre sono ancora irreperibili

0
Elaborazione grafica BsNews da Pixabay

Sono arrivate le prime due condanne nel processo a carico del gruppo di rom che nel 2020 aveva preso di mira un sacerdote bresciano, chiedendogli continuamente denaro per non diffondere immagini e filmati compromettenti. Il prete 65enne, nel corso dei mesi, era arrivato a pagare alla banda ben 170mila euro. Poi, esasperato, era uscito in strada e aveva fermato una volante dei vigili per chiedere aiuto.

Le forze dell’ordine, quindi, avevano organizzato una trappola all’ennesima consegna di denaro e individuato cinque persone: due, residenti nella Bergamasca, sono finiti a processo. Mentre il procedimento a carico degli altri tre – che risultano al momento irreperibili – inizierà a maggio.  Nelle scorse ore è arrivata la prima sentenza, che ha condannato (con rito abbreviato) i due giovani a 5 anni e sei mesi e 4 anni e 8 mesi.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

Ultimo aggiornamento il 16 Maggio 2022 15:35

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO
🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome