Auto contro un tir: la vittima è il 20enne Riccardo Parmigiani

Sul tragico evento è stato aperto un fascicolo: bisognerà quindi attendere il nulla osta dell'autorità giudiziaria  per celebrare i funerali di Riccardo Parmigiani

0
Incidente a San Gervasio, foto da Vigili del fuoco

Era diretto al Caseificio Zani di Cigole come ogni giorno, Riccardo Parmigiani, il 20enne di Soresina (provincia di Cremona), vittima ieri mattina del terribile schianto che si è verificato a San Gervasio Bresciano. 

Il giovane si trovava al volante della sua Lancia Y e stava percorrendo la strada provinciale 11 quando per cause ancora da accertare avrebbe invaso la corsia opposta trovandosi improvvisamente davanti un autoarticolato. Vani, per il conducente del mezzo pesante, un uomo residente in Valcamonica, tutti i tentativi di evitare l’impatto con l’utilitaria: il veicolo condotto dal ventenne è stato sbalzato a diversi metri di distanza, finendo con le ruote all’aria di fianco alla strada. Riccardo, purtroppo, è deceduto sul colpo e i sanitari giunti sul posto non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso. Illeso invece il camionista.

Sul tragico evento è stato aperto un fascicolo: bisognerà quindi attendere il nulla osta dell’autorità giudiziaria  per celebrare i funerali di Riccardo Parmigiani.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

Ultimo aggiornamento il 7 Aprile 2022 08:33

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO
🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome