🔴 Nube tossica a Roè, si torna a respirare: l’emergenza è finita

Intorno alle 15 il sindaco Mario Apollonio ha firmato una nuova ordinanza, revocando la precedente dopo che l'Arpa gli ha comunicato l'assenza di vapori nocivi in aria e, dunque, l'azzeramento del rischio di inalazione di sostanze tossiche per i cittadini

0
Nucleo Nbcr dei Vigili del fuoco, foto sindaco Roè Volciano

E’ rientrata l’emergenza che per oltre una giornata ha destato grande preoccupazione negli abitanti di Roè Volciano. Il problema, come noto, è stato causato da un errore nelle operazioni di scarico nella trafileria Metalfer, di fronte al municipio, che ha fatto sprigionare una nube arancione di anidride solforosa.

Intorno alle 15 il sindaco Mario Apollonio ha firmato una nuova ordinanza, revocando la precedente dopo che l’Arpa gli ha comunicato l’assenza di vapori nocivi in aria e, dunque, l’azzeramento del rischio di inalazione di sostanze tossiche per i cittadini.

L’intervento dei tecnici, dunque, ha scongiurato il rischio che dalla vasca con 18mila litri di acido solforico (in cui era stato versato solfato di zinco) si levassero vapori tossici per giorni. Gli esperti hanno svuotato la vasca, travasandone il contenuto in una a tenuta stagna, e convogliato i vapori in una vasca riempita di acqua, rendendoli di fatto innocui.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

Ultimo aggiornamento il 11 Maggio 2022 21:07

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO
🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome