⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️ Le 5 cose da vedere nel Comune di Adro | I CONSIGLI DI BSNEWS

Alla scoperta di alcune bellezze del paese, collocato nel cuore della Franciacorta

0
Panorama di Adro, Di Luca Giarelli - Opera propria, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=11588679

Disteso ai piedi del Monte Alto, Adro sorge nel cuore della Franciacorta, a pochi chilometri di distanza dal lago d’Iseo. Di antica fondazione – alcuni documenti ne testimoniano l’esistenza già a partire dall’822 d.C. – conserva alcuni preziosi edifici storici, anche se la sua notorietà si deve soprattutto alla produzione vitivinicola, tanto che nello stemma comunale del paese, oltre all’iniziale del nome, vi si trovano anche tre grappoli d’uva.

Di seguito pubblichiamo cinque cose da vedere nel Comune di Adro: l’elenco, lo precisiamo, non è esaustivo.

CINQUE COSE DA VEDERE NEL COMUNE DI ADRO

1 – Castello

Eretto alle pendici della collina che sovrasta Adro e da cui si può godere di un suggestivo panorama sulla Franciacorta, il castello fu costruito tra il XIII e il XIV secolo. oggi di esso rimane soltanto l’ingresso monumentale del ponte levatoio.

Castello di Adro, Di Luca Giarelli – Opera propria, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=11588667

2 – Palazzo Bargnani Dandolo

Edificio di origine seicentesca, oggi Palazzo Bargnani Dandolo è la sede del municipio di Adro. In passato – oltre ad essere stato di proprietà degli eroi risorgimentali Enrico ed Emilio Dandolo – fu punto di riferimento culturale per volontà della contessa Ermellina Maselli Dandolo e ospitò personaggi di rilievo, tra cui anche Camillo Benso Conte di Cavour e Giuseppe Verdi. All’interno, nelle grandi sale, trovano luogo alcune opere di valore tra cui un dipinto del Pitocchetto e una pala di Andrea Celesti del XVII secolo.

Palazzo Bargnani Dandolo ad Adro, foto da ufficio stampa

3 – Chiesa di San Giovanni Battista

La chiesa di San Giovanni Battista fu costruita nella seconda metà del XVIII secolo grazie al contributo dei cittadini del centro abitato. A memoria del sacrificio fatto dagli adrensi, che offrirono i loro compensi per la costruzione dell’edificio religioso, nacque un detto divenuto popolare in tutta la provincia: “Laurà per la Cesa de Ader”. All’interno della chiesa si trova un prezioso trittico della scuola del Romanino

Chiesa di San Giovanni Battista ad Adro, Di Luca Giarelli – Opera propria, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=11588548

4 – Santuario della Madonna della neve

Costruito dopo un’apparizione della Madonna a partire dal 1527, fu in seguito abbellito e completato. Lo spazio interno ospita, oltre ad affreschi e due organi, un’opera di notevole pregio: il Sant’Antonio Abate del Moretto, definito da alcuni capostipite della pittura seicentesca bresciana.

Il santuario Madonna della neve di Adro, Franco Gafforelli, CC BY-SA 4.0 <https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0>, via Wikimedia Commons

5 – Cantine vitivinicole

Di antica vocazione agricola, da lungo tempo Adro si è concentrata sulla coltura della vite e sulla produzione vitivinicola. Per tale ragione sono numerose sul territorio le cantine nelle quali si producono i noti vini con il metodo Franciacorta, eccellenza tutta italiana. In molte di queste cantine è anche possibile partecipare a delle visite guidate oltre che a piacevoli ed inebrianti degustazioni.

La sede della cantina vitivinicola Ferghettina ad Adro, foto da sito ufficiale

>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO
🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome