🔴 Epatiti acute, nel Bresciano due i casi di bambini segnalati

A riferirlo è stata la vicepresidente della Regione Lombardia (con delega alla Salute) Letizia Moratti, rispondendo a un'interrogazione del cinquestelle Mammì.

0
Epatite, elaborazione grafica BsNews da Pixabay

Non esistono allarmi. Ma è alta l’attenzione delle istituzioni sanitarie dopo i numerosi casi di epatiti acute registrati tra i minori di diversi paesi europei. Nel Bresciano, in particolare, si è registrato uno degli episodi più rilevanti, con un 11enne che sarebbe stato sottoposto a trapianto. Ma ci sarebbero anche altri due casi “sotto osservazione”.

A riferirlo è stata la vicepresidente della Regione Lombardia (con delega alla Salute) Letizia Moratti, rispondendo a un’interrogazione del cinquestelle Mammì.

Da inizio anno, in Regione, si sarebbero registrati  nove casi di epatite di origine sconosciuta, a cui – secondo le segnalazioni delle Ats – se ne sommano altri due ancora oggetto di analisi. La maggioranza dei casi (sette) ha riguardato bambini di età inferiore ai quattro anni, ma solo per uno si sarebbe reso necessario il trapianto.

Non è ancora chiaro quali possano essere le cause di queste epatiti, né se ci siano correlazioni con la pandemia. Ancora capire anche se sia in corso un’epidemia o se sia semplicemente aumentata l’attenzione al problema. Il monitoraggio è costante.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

Ultimo aggiornamento il 17 Maggio 2022 18:30

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO
🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome