🔴 “Violenze terribili”: 50enne assolto ed ex compagna nei guai

I fatti denunciati dalla ex convivente, una quarantenne di origine rumena, si sarebbero consumati nel 2020 sul Garda, tra Manerba e Padenghe, e dopo le accuse l'uomo era anche finito un mese in carcere e poi ai domiciliari

0
foto generica da Pixabay

Un imprenditore tedesco di 50 anni è stato assolto dalle pesantissime accuse di maltrattamenti, lesioni, interferenze illecite nella vita privata e violenza sessuale.

I fatti denunciati dalla ex convivente, una quarantenne di origine rumena, si sarebbero consumati nel 2020 sul Garda, tra Manerba e Padenghe, e dopo le accuse l’uomo era anche finito un mese in carcere e poi ai domiciliari. La donna, infatti, lo aveva accusato anche di presunte violenze sessuali mentre lei era in stato di gravidanza.

Ma il giudice – nonostante l’accusa avesse chiesto per l’uomo ben sette anni di carcere – ha sentenziato che l’uomo non ha fatto sostanzialmente nulla di quanto gli era stato attribuito. Di qui la decisione di rinviare gli atti alla Procura perché indaghi la 42enne per calunnia.

>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

Ultimo aggiornamento il 12 Maggio 2022 12:31

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO
🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome