🔴 Tragedia di Rovato: arrestato il 37enne che avrebbe provocato l’incidente mortale

Lo schianto è avvenuto intorno alle 8 di mattina lungo via 25 aprile e all'origine della tragedia - secondo la prima versione dei fatti, ancora da accertare - ci sarebbe il sorpasso azzardato di una Range Rover, che ha centrato in pieno in furgone guidato dal cazzaghese

0
Forze dell'ordine, foto generica da Pixabay
Forze dell'ordine, foto generica da Pixabay

E’ stato arrestato il 37enne di origine kosovara alla guida del Suv che avrebbe provocato il tragico incidente di Rovato, in cui ieri ha perso la vita un 65enne: Agostino Paderni di Cazzago San Martino.

Lo schianto è avvenuto intorno alle 8 di mattina lungo via 25 aprile e all’origine della tragedia – secondo la prima versione dei fatti, ancora da accertare – ci sarebbe il sorpasso azzardato di una Range Rover, che ha centrato in pieno in furgone guidato dal cazzaghese. Un botto tremendo. Il 65enne è deceduto sul colpo, ma sono rimasti feriti anche il 37enne alla guida del fuoristrada e la donna di 47 che viaggiava con lui.

Il conducente del suv è risultato negativo ai test relativi ad alcol e droga, ma è stato comunque arrestato. L’accusa sarebbe quella di omicidio stradale.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

Ultimo aggiornamento il 26 Giugno 2022 01:08

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO
🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome