Cogen e Neosperience: insieme per rendere più sicure aziende e città

Due aziende bresciane sfidano i grandi player internazionali per rendere più sicure le aziende e le città di tutto il mondo. Come e perché nasce la loro unione in Neoscogen.

0
Neoscogen, foto da ufficio stampa

Dai relè all’intelligenza artificiale il passo non è breve. La sicurezza fisica attiva è quella che protegge cose e persone quando la sicurezza passiva, costituita da mura e blindature, diventa inutile, insufficiente. La parte attiva è costituita da software ed elettronica di vario tipo come telecamere, lettori di credenziali di accesso, sensori di movimento, di fumo e tutto ciò che la tecnologia rende disponibile.

Il passaggio dalla sicurezza passiva a quella attiva è ciò che caratterizza gli sforzi innovativi del settore Safety & Security negli ultimi anni. Questo dinamismo tecnologico si vede in particolare a Brescia, città che è stata per decenni la fucina dei principali operatori attivi nel campo della sicurezza fisica per aziende e infrastrutture di ogni tipo. Cogen, anch’essa bresciana, è da 30 anni una delle principali aziende italiane nel mercato della sicurezza fisica attiva.

Il motivo del percorso virtuoso e del successo del comparto Bresciano in questo settore è probabilmente legato alle skills degli addetti, specialistiche e difficili da reperire nel mondo del lavoro di oggi, ma ben diffuse sul territorio grazie a un dinamico turnover. Cogen è stata tra le capofila in questo percorso evolutivo.

Attore protagonista nell’accompagnare Cogen lungo il suo percorso di successo, sia nel ruolo di azionista sia in quello di manager, è stato il bresciano Riccardo Avigo, cinquantacinquenne, alpino e con una grande passione per la musica orchestrale. Ci racconta Avigo: “Cogen, fin dai primi anni, ha sempre interpretato il ruolo molto complesso del System Integrator, quando integrare significava, principalmente, portare i segnali dei relè su un unico quadro sinottico costituito da led la cui accensione avvisava un osservatore del nascere di un potenziale pericolo.

Da quella fase in poi, è iniziata la rivoluzione travolgente della trasformazione digitale di tutti i componenti dell’ecosistema. Trasformazione digitale significa principalmente produrre una gran quantità di dati. Questi, per essere utili, vanno raccolti, gestiti e resi disponibili con sintesi utili all’utente, altrimenti sono solo fonte di confusione e di investimenti velleitari e inefficaci. Proprio per renderli utilizzabili ed essere generatori di vantaggi per l’utente”, continua Avigo, “Cogen in quella fase ha investito molto in ricerca e sviluppo, molto più della media del settore. Si è inoltre dotata di una piattaforma software, web based e fondata su cloud e microservizi, che oltre alla raccolta dei dati e alla loro integrazione dà anche l’interoperabilità tra le varie applicazioni sottostanti creando così la possibilità, agli utenti, di avere funzionalità derivate e non solo la somma aritmetica di quelle già esistenti nell’ecosistema”.

Avigo continua il suo racconto: “Cogen negli ultimi anni è stata attrice primaria acquisendo clienti di classe enterprise di grande notorietà e immagine, ma oggi c’è un altro passo da fare ed è un passo fondamentale che i clienti attendono, per ottenere i vantaggi attesi dalla rivoluzione industriale 4.0. L’automazione! Come ogni rivoluzione industriale anche la 4.0 deve produrre un risultato: fare più cose con le stesse risorse, spendendo meno. L’automazione è possibile grazie alla grande quantità di dati disponibili e a una tecnologia che ci aiuta ad interpretarli: l’Intelligenza Artificiale. La creazione di algoritmi per automatizzare l’analisi situazionale di un allarme, per analizzare i dati video e distinguere tra un vero e un falso allarme, per prevenire e prevedere grazie al deep learning. Tutto questo apre la strada ad un mondo più sicuro, più confortevole, più redditizio.

Cogen ha il know how applicativo e l’esperienza di dominio verticale come pochi altri in Italia, ma per diventare un player internazionale nella sicurezza AI driven, cioè pilotata da algoritmi, serve un attore leader nella produzione di algoritmi in architetture cloud. Serve un partner strategico con cui costruire una fratellanza e una condivisione di obiettivi e competenze. Neosperience, azienda bresciana quotata alla AIM di Milano è leader italiana nell’intelligenza artificiale applicata principalmente all’analisi comportamentale. L’incontro tra Cogen e Neosperience è stato veramente una congiunzione di intenti, di punti di forza reciproci che creano una leva esponenziale di sviluppo che per qualunque competitor, anche internazionale, sarà difficile eguagliare.

Servono enormi investimenti, non alla portata di tutti i players, ma Cogen e Neosperience hanno già investito tempo e risorse nelle loro storie parallele. Con la creazione di Neoscogen S.p.A., intendono portare grandi benefici in termini di automazione di processi e consapevolezza situazionale nel mercato della sicurezza. Basandoci sull’offerta integrata e completa di Neoscogen Platform, veicoleremo l’intelligenza artificiale applicata alla sicurezza soprattutto grazie alle capacità di main contratcting di Cogen Solutions e di customer care, in Italia ed all’estero, di Cogen Services.”

Ringraziamo Riccardo Avigo per il suo racconto: una storia di eccellenza bresciana che, grazie a competenze uniche e a tecnologie avanzate, si pone l’ambizioso obiettivo di innovare un settore che ogni anno vale miliardi di euro solo in Italia.

Per maggiori informazioni: https://neoscogen.com/


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

Ultimo aggiornamento il 25 Giugno 2022 15:04

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO
🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome