🔴 Multe sulle esenzioni ticket, i sindacati: pensionati attendono risposte dalla Regione

La questione è quella delle contestazioni arrivate nel 2021 a disoccupati e pensionati che hanno usufruito indebitamente dell’esenzione al pagamento del ticket sanitario

0
Mauro Paris,segretario generale Spi Cgil Brescia; Giovanna Mantelli, segreteria generale Fnp Cisl Brescia; Cesare Meini, segretario generale Uil Uil Brescia; Donatella Cagno, Spi Cgil Brescia, foto da ufficio stampa Cgil

“I cittadini bresciani pensionati e disoccupati stanno attendendo di sapere, da ormai più di un anno, come comportarsi in merito alle contestazioni per esenzione ticket”. A dirlo sono stati questa mattina, durante una conferenza stampa, Mauro Paris (segretario generale Spi Cgil Brescia), Giovanna Mantelli (segreteria generale Fnp Cisl Brescia), Cesare Meini (segretario generale Uil Uil Brescia) e Donatella Cagno (Spi Cgil Brescia).

La questione è quella delle contestazioni arrivate nel 2021 a disoccupati e pensionati che hanno usufruito indebitamente dell’esenzione al pagamento del ticket sanitario. “Fruizioni indebite avvenute generalmente in buona fede – hanno evidenziato i sindacalisti – legate ad errori nelle richieste, motivati dalla complessità della materia e dall’insufficiente assistenza nella compilazione della modulistica.

Per queste ragioni, i sindacati avevano chiesto in maniera compatta che i cittadini fossero tenuti a pagare il ticket non versato, ma non le pesanti sanzioni previste. Nel 2020, non a caso, la Regione aveva esonerato i destinatari della sanzione. Impegnandosi a “deliberare un provvedimento analogo per il 2021, con l’Ordine del Giorno 1823 approvato l’11 maggio dello scorso anno”.

“Ai destinatari delle contestazioni che, per ottenere informazioni, si sono rivolti agli uffici competenti di Ats Brescia è stata data, nel corso di questi lunghi mesi, l’indicazione di attendere questa decisione prima di procedere con il pagamento – scrivono i sindacalisti in una nota –  Sulla base di questo, Spi, Fnp e Uil hanno dato identica indicazione ai moltissimi pensionati e disoccupati che si sono rivolti alle sedi sindacali. Purtroppo, però il provvedimento relativo al 2021 non è ancora arrivato e centinaia di persone si ritrovano in un limbo normativo. A questi si aggiungono quelli che hanno ricevuto la contestazione nel 2022 e non sanno come procedere”.

“Le organizzazioni sindacali dei pensionati – conclusono Cgil, Cisl e Uil – invitano la Giunta regionale a dare corso celermente agli impegni presi, dando risposte a tutti quei pensionati e disoccupati che attendono ormai da un anno. Si tratta di provvedimenti che, in alcuni casi, hanno costi pesanti e stanno generando profonda ansia a persone anziane o in condizione di fragilità reddituale”.

>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

Ultimo aggiornamento il 14 Giugno 2022 08:11

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO
🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome