Valsabbia, perde i soldi per strada: li ritrovano gli studenti delle medie

I ragazzi si sarebbero quindi recati in comune consegnando il denaro agli agenti della Polizia locale della Valsabbia,

0
Portafogli, foto generica da Pixabay

Si è conclusa con un buon esito la vicenda che si è verificata la scorsa settimana in Valsabbia e che ha visto protagonisti gli studenti di una classe della scuola media di Odolo.

I giovanissimi, purtroppo troppo spesso al centro di tristi fatti di cronaca, si sono distinti per il loro spiccato senso civico. Alcuni allievi della scuola media si sarebbero imbattuti in un libretto contenente 460 euro: il denaro apparteneva ad un uomo che – secondo quanto si apprende da Bresciaoggi – la mattina si era recato in uno sportello postale proprio per prelevare i contanti. Poco dopo però l’uomo senza accorgersi aveva perso tutto.

I ragazzi si sarebbero quindi recati in comune consegnando il denaro agli agenti della Polizia locale della Valsabbia, che hanno poi rintracciato il proprietario della somma rinvenuta. L’uomo ha poi voluto ringraziare personalmente gli studenti offrendo loro un gelato.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

Ultimo aggiornamento il 21 Giugno 2022 18:37

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO
🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome