🔴 Bassa, milioni di euro danni alle coltivazioni per la tromba d’aria

I problemi maggiori si sono registrati nei comuni di Pralboino, Milzano e Seniga. Il fenomeno è durato una ventina di minuti in tutto, ma tanto è bastato per distruggere circa 2mila ettari di mais

0
Mais, foto generica da Pixabay

Il maltempo continua a fare danni nella provincia di Brescia. Nel pomeriggio di ieri, infatti, una tromba d’aria accompagnata da fitta grandine si è abbattuta sulla Bassa, provocando danni significativi alle coltivazioni.

I problemi maggiori si sono registrati nei comuni di Pralboino, Milzano e Seniga. Il fenomeno è durato una ventina di minuti in tutto, ma tanto è bastato per distruggere circa 2mila ettari di mais. Oltre a sradicare alberi e a creare problemi alla circolazione stradale.

I danni ammontano complessivamente a diversi milioni di euro e si aggiungono alla siccità delle scorse settimane, alla carenza di fertilizzanti e al vorticoso aumento delle materie prime.

>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

Ultimo aggiornamento il 14 Giugno 2022 18:51

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO
🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome