Violenze sul Garda: il treno verso Peschiera preso d’assalto, erano in 1.600

Sono state 1.600 le persone registrate sul treno partito da Milano poco dopo le 11 del 2 giugno scorso e diretto a Peschiera

0
Un treno di Trenord, foto d'archivio

Sono state 1.600 le persone registrate sul treno partito da Milano poco dopo le 11 del 2 giugno scorso e diretto a Peschiera, dove si è verificata la maxi rissa che ha coinvolto decine di giovani. L’evento aveva costretto gli agenti di polizia ad intervenire in tenuta antisommossa e ha condotto poi, nei giorni seguenti, ad  una massiccia operazione preventiva nelle stazioni ferroviarie delle province di Brescia e Verona e sui convogli diretti sul Garda.

A riportare il dato sarebbe stata, secondo quanto riferiscono fonti anche nazionali, la stessa Trenord durante un confronto avvenuto tra il prefetto di Verona, Donato Cafagna, e i sindaci della sponda veneta del lago di Garda. Si sarebbe trattato in ogni caso di un flusso di passeggeri anomalo, così come anomala era stata L’impressionante folla di giovani che aveva invaso le spiagge di Peschiera e Castelnuovo durante la giornata della festa della Repubblica.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

Ultimo aggiornamento il 15 Agosto 2022 22:51

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO
🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome