⚠️ Autostrade, a luglio si rischia un nuovo aumento del 1,5%

Roberto Tomasi, amministratore delegato del gruppo Autostrade per l'Italia, ha comunicato infatti che sono in corso trattative con il ministero competente per aumentare i pedagg

0
Autostrada A4, sferrario1968, CC0, via Wikimedia Commons

Da luglio potrebbe scattare una nuova – sgraditissima – sorpresa per gli automobilisti italiani e per tutti coloro che lavorano nel settore trasporti. Roberto Tomasi, amministratore delegato del gruppo Autostrade per l’Italia, ha comunicato infatti che sono in corso trattative con il ministero competente per aumentare i pedaggi del 1,5 per cento.

“Prevediamo un aumento delle tariffe autostradali – ha spiegato – ne stiamo discutendo in questa fase con il Ministero. Sarebbe previsto dal piano economico finanziario a partire da fine giugno-luglio di quest’anno. Ricordo che le nostre tariffe sono rimaste bloccate a partire dal 2018”.

Peccato che i nuovi aumenti – dopo un quadriennio di stabilità – si inseriscano in un contesto di generale crescita dei prezzi dei combustibili e, in particolare, dei carburanti. Il settore trasporti, già messo a dura prova dai rincari e dalla guerra, rischia così l’ennesima batosta. Inoltre i rincari rischiano di avere ripercussioni anche sui prezzi per i consumatori, già in costante crescita.

>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

Ultimo aggiornamento il 5 Agosto 2022 16:13

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO
🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome