🔴 Disordini sul Garda, Lamorgese: videosorveglianza e più controlli sui treni funzionano

Per il presidio delle stazioni sono stati aggiunti 30 agenti di polizia, oltre a servizi aggiuntivi con il contributo di Carabinieri e Finanza

0
Il ministro Luciana Lamorgese, foto da Wikipedia Di Ministero dell'Interno - Ministero dell'Interno, CC BY 3.0 it, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=108003319

Le contromisure decise dopo i disordini avvenuti sul lago di Garda (risse e molestie a giovani) hanno avuto già “riscontri positivi”. A dirlo è stata ieri il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, rispondendo al question time in Senato.

Dopo i fatti, lo ricordiamo, sono stati rafforzati i controlli sui treni. “Proseguono, a cura della Polizia ferroviaria, quotidiani servizi di prevenzione e controllo alla stazione di Peschiera e vengono monitorate le partenze dalle principali stazioni ferroviarie della Lombardia verso le altre località turistiche del Garda”, ha detto il ministro, ricordando che per il presidio delle stazioni sono stati aggiunti 30 agenti di polizia, oltre a servizi aggiuntivi con il contributo di Carabinieri e Finanza.

Nel frattempo, inoltre, sono entrati in servizio 13 nuovi treni muniti di contapersone e videosorveglianza: le telecamere (assenti sul convoglio su cui sono state pesantemente molestate oltre 10 donne) avrebbero consentito di risalire velocemente ai responsabili.

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

Ultimo aggiornamento il 13 Agosto 2022 11:49

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO
🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome