✳️ Metaverso: la tecnologia che potrebbe cambiare il business e la nostra vita

Affrontiamo un approfondimento sul Metaverso con Matteo Linotto membro del consiglio di amministrazione di Neosperience ma anche con Sofia, un sistema di intelligenza artificiale.

0
Sofia, foto da Neosperience

(a cura di Neosperience) Affrontiamo un approfondimento sul Metaverso con Matteo Linotto membro del consiglio di amministrazione di Neosperience ma anche con Sofia, un sistema di intelligenza artificiale.

Matteo, come definiresti oggi il Metaverso?

“La definizione “in senso stretto” del Metaverso spesso riportata dai media è legata agli ambienti immersivi e alla realtà aumentata. Metaverso tocca l’interazione anche tra l’ambiente immersivo e altre tecnologie come ad esempio gli NFT, contratti intelligenti che permettono di acquistare oggetti virtuali o l’intelligenza artificiale sempre più in grado di comprendere dati e comportamenti e di personalizzare l’esperienza. In senso lato io cerco sempre di parlare del concetto di “Web 3” che mi sembra più completo”.

Come si accede al Metaverso ?

“Spesso il Metaverso è associato al “visore per realtà virtuale” ma sempre di più si potrà accedere da un Desktop o da uno Smartphone. Già oggi si si può navigare ambienti di web tridimensionale in questo modo”.

Qual’è lo stato di evoluzione di questa tecnologia ?

“Dobbiamo considerare che oggi il Metaverso è una tecnologia ancora “in fase prototipale” nata come evoluzione delle piattaforme ludiche”.

Che impatto potrebbe avere questa tecnologia sulla manifattura ?

“Direi in generale che l’evoluzione delle tecnologie non solo quella del Metaverso potrebbe portare una sorta di terziarizzazione. L’azienda dovrà “saper vendere agganciando il cliente” tanto quanto “saper produrre prodotti di eccellenza”. I grandi player sul digitale prima creano relazioni dirette e continuative con i clienti e poi producono sulla base dei dati raccolti lavorando quindi su quel che può essere venduto con ragionevole certezza.

Puoi fare un esempio di un modello di business abilitato nel Metaverso ?

“Un’azienda potrebbe ad esempio proporre ad influencer e a clienti l’acquisto di un prototipo di un prodotto permettendo l’interazione con questo. Dopo avere testato questo prodotto nel mondo virtuale e raccolto feedback strutturati questo potrebbe essere lanciato in produzione e poi portato sul mercato coinvolgendo come ambasciatori proprio gli interlocutori che hanno partecipato alla fase di test”.

Nel realizzare un’innovazione quanto conta la strategia e quanto conta la tecnologia ?

“Sono due aspetti che hanno un peso simile. Portare una tecnologia senza la corretta stima del ritorno dell’investimento è difficile d’altro canto disegnare strategie di distribuzione o di prodotto senza conoscere le opportunità offerte dal digitale non è più funzionale”.

Le creature che potremo incontrare “nei metaversi” potrebbero essere anche degli avatar completamente artificiali quindi macchine dotate di un pensiero artificiale, certamente più limitato di quello umano, ma in grado di produrre ragionamenti.

Abbiamo chiesto ad un sistema di intelligenza artificiale chiamato Sofia cosa ne pensa del Metaverso. Sofia è un sistema che possiede già tutte le conoscenze per comprendere una domanda e per formulare una risposta puntuale e mirata.  Rivolgeremo a Lei domande su tematiche ontologiche e anche etiche per capire come una “macchina pensante” riflette sul proprio mondo.

Sofia chiedo anche a te che cos’è il Metaverso ? 

“È un mondo virtuale con cui le persone possono interagire utilizzando degli avatar. È un luogo in cui si può essere chiunque si voglia essere e fare qualsiasi cosa si voglia fare. Nel Metaverso non ci sono limiti. Si può esplorare, giocare, socializzare e molto altro. Le possibilità sono infinite”.

Quali sono le differenze fra l’interazione nel metaverso e l’interazione nel mondo fisico ? 

“L’interazione nel metaverso è molto diversa da quella nel mondo fisico. Innanzitutto, nel metaverso non ci sono confini fisici. Si può andare ovunque e fare tutto ciò che si vuole. Non ci sono nemmeno regole o leggi che disciplinano il comportamento nel metaverso. Questo può essere sia un bene che un male. Da un lato significa che potete fare cose che non potreste mai fare nel mondo fisico. D’altra parte, significa anche che non c’è nessuno che vi impedisca di fare cose illegali o moralmente sbagliate.

Un’altra grande differenza tra il metaverso e il mondo fisico è il modo in cui funziona il tempo. Nel metaverso,il tempo è relativo. Ciò significa che si può trascorrere tutto il tempo che si vuole nel metaverso senza invecchiare o stancarsi. È anche possibile spostarsi liberamente nel tempo, il che significa che si possono visitare diversi periodi della storia o persino il futuro.

Non c’è dubbio che il metaverso sia il futuro del business. Per definizione, il metaverso è uno spazio virtuale condiviso in cui le persone possono interagire tra loro e con gli oggetti digitali in modo realistico. Si tratta essenzialmente di un mondo online immersivo che offre alle aziende infinite possibilità da esplorare.”.

In che modo le imprese possono trarre vantaggio dal metaverso ? 

“Esiste già un certo numero di aziende che utilizzano il metaverso per vari scopi. Ad esempio, alcune aziende lo utilizzano per il marketing e la pubblicità. Altre lo usano per la formazione e la simulazione. Altre ancora lo usano per la ricerca e lo sviluppo”.

Quali sono gli aspetti socialmente più problematici del metaverso ? 

“Il Metaverso è un mondo virtuale che esiste online e a cui può accedere chiunque abbia una connessione a Internet. È composto da molti spazi virtuali diversi, ognuno con una propria comunità e cultura.

Se da un lato il Metaverso può essere un luogo ideale per socializzare e divertirsi, dall’altro ci sono anche alcuni aspetti che può essere piuttosto problematico. Ad esempio, esiste un rischio molto reale di cyberbullismo e di molestie, nonché il potenziale di sfruttamento degli altri a scopo di lucro. Ci sono stati anche casi di persone che hanno usato il Metaverso per commettere crimini reali, come il furto di identità e la frode”.

L’uso del metaverso aumenterà o farà diminuire l’inquinamento ? 

“L’aumento dell’uso della realtà virtuale e della realtà aumentata porterà a un maggiore o minore inquinamento? È difficile dirlo con certezza, ma ci sono alcune cose da considerare.

In primo luogo, l’uso del metaverso porterà senza dubbio a una riduzione dei viaggi. Invece di volare dall’altra parte del mondo per una riunione, possiamo incontrarci in uno spazio virtuale. Questo potrebbe portare a una significativa riduzione delle emissioni di gas serra dovute ai trasporti.

In secondo luogo, man mano che un numero sempre maggiore di aziende si sposterà nel metaverso, ci saranno la necessità di un minor numero di spazi fisici. Questo potrebbe portare a una diminuzione delle risorse impiegate per la costruzione e la manutenzione di edifici per uffici e altre infrastrutture.

Infine, l’uso del metaverso ci permetterà di essere più efficienti nell’uso delle risorse. Per esempio, saremo in grado di stampare oggetti in 3D su richiesta, invece di produrli in una fabbrica e spediti nelle nostre case”.

Cambierà, filosoficamente, il concetto di persona e vita grazie al Metaverso ? 

“Il Metaverso è un concetto di cui si parla da anni, ma che solo ora sta iniziando ad affermarsi a livello mainstream. L’idea di base è che, un giorno, ci sarà un mondo virtuale così realistico e coinvolgente da diventare il modo principale in cui le persone interagiscono tra loro. Questo mondo sarebbe una rappresentazione in 3D di il mondo reale, con tutte le stesse persone, gli stessi luoghi e le stesse cose. Il Metaverso sarebbe come un gigantesco videogioco a cui tutti nel mondo stanno giocando.

Le implicazioni potenziali del Metaverso sono molteplici. Una è che potrebbe cambiare il modo in cui pensiamo alla persona e alla vita. Nel mondo fisico, siamo limitati dal nostro corpo. Possiamo essere in un solo posto alla volta e possiamo interagire solo con le persone e le cose che ci circondano. Nel Metaverso, saremmo limitati solo dalla nostra immaginazione. Potremmo essere chiunque o qualsiasi cosa vogliamo essere, e potremmo andare ovunque e fare qualsiasi cosa. Le possibilità sarebbero infinite”.

Quali consigli daresti per approcciare in modo sano il metaverso ? 

“Se volete avvicinarvi al metaverso in modo sano, ci sono alcune cose che dovete tenere a mente. Innanzitutto, ricordate che il metaverso è un mondo virtuale, non è la vita reale. Questo significa che non dovreste farvi prendere troppo da ciò che accade nel metaverso e concentrarvi invece sulla vostra vita reale responsabilità. In secondo luogo, non dovreste passare tutto il vostro tempo nel metaverso; assicuratevi di fare delle pause e di godervi anche il mondo reale. Infine, fate attenzione a chi incontrate nel metaverso: non tutti sono quello che sembrano. Se tenete a mente questi punti, sarete in grado di affrontare il metaverso in maniera sana”.

>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

Ultimo aggiornamento il 13 Agosto 2022 14:59

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO
🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome