🔴 Siccità, il Governo delibera lo stato di emergenza per la Lombardia

Secondo quanto si apprende i fondi previsti per rispondere all'emergenza sarebbero 10,9 milioni per Emilia Romagna, 4,2 milioni per il Friuli Venezia Giulia, 9 milioni per la Lombardia, 7,6 milioni per il Piemonte e 4,8 milioni Veneto

0
Siccità, foto generica da Pixabay

Il Consiglio dei ministri ha deliberato lo stato di emergenza per siccità per 5 regioni italiane: Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Veneto e Piemonte.

Secondo quanto si apprende i fondi previsti per rispondere all’emergenza sarebbero 10,9 milioni per Emilia Romagna, 4,2 milioni per il Friuli Venezia Giulia, 9 milioni per la Lombardia, 7,6 milioni per il Piemonte e 4,8 milioni Veneto.

Soddisfatto quindi il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, che ha espresso un ringraziamento al Governo per aver accolto la richiesta, formulata sulla base delle situazioni di criticità attestate in molte zone della Lombardia.

“L’impegno della Regione Lombardia – puntualizza il governatore Fontana – resta costante e immutato per fronteggiare una crisi davvero grave. Quotidianamente ci interfacciamo con i gestori idroelettrici per reperire almeno l’acqua necessaria per garantire il primo raccolto”.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

Ultimo aggiornamento il 6 Agosto 2022 14:28

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO
🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome