🔴 Reddito di cittadinanza, in sei mesi già 1.500 domande: sono aumentate del 36%

Millecinquecento domande di reddito di cittadinanza nei primi sei mesi del 2022, con un aumento del 36% rispetto al 2021, quando nello stesso periodo le domande registrate furono 1.100

0
Soldi
Soldi - foto generica da Pixabay

Millecinquecento domande di reddito di cittadinanza nei primi sei mesi del 2022, con un aumento del 36% rispetto al 2021, quando nello stesso periodo le domande registrate furono 1.100.

Il dato – che riguarda la “misura di politica attiva del lavoro e di contrasto alla povertà, alla disuguaglianza e all’esclusione sociale” – proviene dal bilancio dei servizi delle Acli bresciane, che lavorano per fornire ai cittadini supporto nelle richieste di sostegno ai redditi familiari e non solo.

Secondo quanto reso noto dalle stesse Acli, “dal 1° gennaio al 30 giugno 2022 negli sportelli ACLI della provincia di Brescia sono state presentate 13.500 domande di assegno unico, un aiuto economico a sostegno dei nuclei familiari in cui siano presenti figli e figlie a carico”. La misura è stata introdotta a partire dal 1° marzo 2022 e va a sostituire un ampio ventaglio di prestazioni a sostegno della genitorialità, accorpandole in un’unica prestazione.

Inoltre nel primo semestre 2022 le Acli si sono fatte tramite di 2000 domande, presentate da lavoratori e lavoratrici con rapporto di lavoro subordinato che hanno perso involontariamente la propria occupazione, per ottenere la NASPI, l’indennità mensile di disoccupazione. “Il dato – si legge nel comunicato – rispecchia il numero delle domande che erano state presentate nello stesso periodo di riferimento nel 2021. Sono poi 550 gli interventi di riconoscimento di malattie professionali inoltrati all’INAIL, dato in crescita rispetto al 2021 in cui, nello stesso periodo, ne erano stati inviati 480.”

Il 27 giugno di quest’anno l’INPS ha aperto la procedura telematica per l’invio delle domande di indennità di 200 euro previste dal Decreto Aiuti, tra cui quella per le colf. A partire da quel giorno le ACLI di Brescia hanno inviato all’INPS 2500 domande di indennità.

Il nuovo recapito del Patronato ACLI di via Spalto San Marco 37/bis. È stato aperto a gennaio 2022 per offrire un servizio congiunto per ISEE e Assegno unico ed è ora dedicato anche a tutte le domande di prestazioni a sostegno del reddito. Nel primo semestre 2022 il personale ha presentato 2400 pratiche, pari a un quarto del totale di quelle lavorate dalla sede provinciale con tutti i suoi recapiti. “Un ottimo risultato – spiega Fabio Raggi Direttore del Patronato ACLI di Brescia – che ci conferma che l’intera squadra del Patronato ACLI di Brescia è sempre vicina a cittadini e lavoratori e attenta alle loro esigenze di tutela”.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

Ultimo aggiornamento il 18 Luglio 2022 18:37

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO
🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome