“Siccità, situazione tragica”: il centrodestra in Provincia chiede un tavolo permanente

"Le prospettive catastrofiche che stanno emergendo in questi ultimi giorni, impongono azioni straordinarie e l'esigenza di un confronto permanente con i consorzi, gli agricoltori e gli enti di settore"

0
Siccità, foto generica
Siccità, foto generica da Pixabay
I gruppi consiliari del centrodestra in Provincia, con una nota, chiedono formalmente l’istituzione del Tavolo Siccità permanente della Provincia di Brescia “in considerazione della situazione oramai divenuta emergenziale e che rischia di peggiorare in modo irreparabile nel prosieguo del mese di luglio ed agosto”.
“Questo organismo, attivo fin da subito in modo permanente – si legge –  consentirebbe di dare maggiore tempestività e coordinamento alle decisioni assunte a livello provinciale, formalizzando linee di azione condivise e definendo protocolli d’intervento, nei limiti delle competenze di ciascun ente. Il tavolo permanente avrà inoltre una migliore capacità di relazione con l’equivalente Tavolo permanente regionale, istituito nei giorni scorsi.
A far parte del Tavolo Siccità andranno chiamati (oltre ai rappresentanti dei gruppi consiliari presenti in Broletto), i consorzi di bonifica, le associazioni di categoria del mondo agricolo, i consorzi dei fiumi e dei parchi, Arpa e le realtà istituzionali interessate dal tema.
Va evidenziato come il perdurare della siccità, abbia già imposto la definizione di uno scenario di “severità idrica elevata” e come la situazione dei tre principali laghi bresciani (Garda, Iseo ed Idro) e dei corsi d’acqua connessi, dia conto di livelli critici dei bacini che rischiano di creare conseguenze irreparabili per il settore agricolo e non solo”.
“Le prospettive catastrofiche che stanno emergendo in questi ultimi giorni, impongono azioni straordinarie e l’esigenza di un confronto permanente con i consorzi, gli agricoltori e gli enti di settore. Non c’è altro tempo da perdere, la Provincia non può ritenere la situazione attuale solamente “critica” e limitarsi al monitoraggio ed all’interlocuzione: si tratta di una vera emergenza, e come tale va affrontata. Il rischio è quello di mettere in ginocchio il nostro territorio ed il mondo agricolo, con danni incalcolabili” ,dichiara Daniele Mannatrizio, capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio Provinciale e primo firmatario della richiesta.
“Già nel corso dell’ultimo Consiglio Provinciale, i gruppi di Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia avevano chiesto conto delle azioni intraprese dall’Amministrazione Provinciale, ottenendo una prima disponibilità ad accelerare i tempi riguardo il tema delle delle perdite di rete degli acquedotti, in alcuni comuni superiori al 70%. Tuttavia questo non è più sufficiente per far fronte ad una situazione oramai fuori controllo”, aggiunge Gianpaolo Natali (Fdi).
“Stiamo avanzando proposte concrete per affrontare la questione, anche a fronte delle forti sollecitazioni che provengono dal territorio. L’unità d’intenti del centrodestra rappresenta la dimostrazione di un senso di responsabilità che di fronte ad una situazione di tale portata ci vede a disposizione dei cittadini. Speriamo che il Presidente Alghisi accolga subito questo appello”, concludono Alberto Bertagna e Paolo Fontana, capigruppo di Lega e Forza Italia in Consiglio Provinciale.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

Ultimo aggiornamento il 15 Agosto 2022 01:06

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO
🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome