✴️ La caduta di Draghi e le ricadute su Brescia, tra blitz e il maxi-sondaggio per la Loggia

La caduta del governo Draghi cambia notevolmente le carte in tavola in vista dei tre grandi appuntamenti elettorali che attendono (anche) la Leonessa: politiche, amministrative e comunali.

0
Elezioni, elaborazione grafica BsNews.it su immagine Pixabay

La caduta del governo Draghi cambia notevolmente le carte in tavola in vista dei tre grandi appuntamenti elettorali che attendono (anche) la Leonessa: politiche, amministrative e comunali.

L’imminenza delle elezioni (la data è già fissata per il 25 settembre) obbligherà, infatti, i segretari nazionali dei partiti a correre: vanno definite le strategie, strette le eventuali alleanze e compilate le liste, scegliendo i “migliori” e magari dando ospitalità a qualche nome significativo rimasto senza casa politica. Tutto ciò entro entro ferragosto: un’impresa alla Jacobs. Gli sprinter a caccia di un posto sicuro e ben retribuito non mancheranno ed è facile immaginare che, nella concitazione, i blitz per inserire un candidato-amico negli elenchi per Roma diventeranno molto insidiosi: le sorprese potrebbero essere più numerose del solito e potrebbero perfino stravolgere gli equilibri territoriali, già messi alla prova dal fatto che i posti di rappresentanza saranno molti meno della tornata precedente (600, tra Camera e Senato, contro i 945 della tornata precedente).

Inoltre il voto per il Parlamento sposterà l’orologio delle scelte per comunali e regionali più in là di qualche settimana, tramutandosi di fatto in un “maxi-sondaggio” (per una volta attendibile) in vista dei due appuntamenti. I risultati di Lega e Fdi, infatti, incideranno direttamente sulla spartizione delle candidature tra le due forze. Cosa succederà a centrodestra se la Meloni dovesse stravincere e battere la Lega al Nord? In quel caso le candidature di Rolfi a Brescia e Fontana in Regione potrebbero diventare meno scontate. E di certo il maxi-sondaggio dirà a Del Bono fino a dove sarà obbligata a spingersi l’alleanza di centrosinistra (nell’allargare il perimetro e nella scelta del candidato sindaco) per sperare di riconquistare la Loggia.

Insomma: Brescia, con la caduta del governo Draghi, non dorme sonni tranquilli. E non solo per le possibili ricadute economiche.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome