Toscolano, rubano un cappello, poi pestano il venditore che li scopre: nei guai due giovani

I presunti autori del furto con aggressione sono stati individuati poco dopo una panchina:  si tratta di due italiani, residenti a Roè Volciano e Gardone Riviera. Il commerciante è invece dovuto andare al pronto soccorso.

0
Carabinieri, foto d'archivio da Carabinieri di Brescia

Due giovani, di 19 e 23 anni, sono finiti nei guai con l’accusa di aver compiuto un furto e aver pestato il venditore che li aveva scoperti.

E’ accaduto nei giorni scorsi, a Toscolano. Uno dei due ha prelevato un cappello in esposizione all’esterno di un negozio di souvenir, poi si è allontanato velocemente. Il titolare dell’attività, però, lo ha notato e si è lanciato all’inseguimento, riuscendo a bloccarlo poche centinaia di metri dopo.

Invece di rassegnarsi, il giovane – sotto l’occhio di numerosi testimoni – ha quindi iniziato a colpire il derubato con calci e pugni, infierendo anche quando questi era a terra. Quindi i due si sono allontanati.

I presunti autori del furto con aggressione sono stati individuati poco dopo una panchina:  si tratta di due italiani, residenti a Roè Volciano e Gardone Riviera. Il commerciante è invece dovuto andare al pronto soccorso.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome