🔴 Caldo e non solo, treni in tilt: 100 corse al giorno cancellate in Lombardia

L'assessore regionale Terzi richiama Rfi e Trenord a "uno sforzo supplementare e tempestivo per limitare i disagi insostenibili che in questi giorni si stanno verificando sulla rete ferroviaria"

0
Treni neve
Treni neve - foto da trenord

“Trenord e Rfi intervengano per limitare i disagi per i pendolari”. A dirlo, in una nota, è l’assessore regionale alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile, Claudia Maria Terzi, che richiama nuovamente le due aziende (di cui una controllata proprio dal Pirellone, Trenord) a “uno sforzo supplementare e tempestivo per limitare i disagi insostenibili che in questi giorni si stanno verificando sulla rete ferroviaria”. Attualmente, infatti, a causa del grande caldo e del “consumo anomalo delle ruote nel passante” si registrano un centinaio di corse cancellate al giorno.

LA SITUAZIONE SUL PASSANTE FERROVIARIO – “Siamo consapevoli – dichiara Terzi – dei disagi sul servizio ferroviario di questi giorni, ma consiglieri regionali e presunti rappresentanti dei pendolari che vogliono strumentalizzare la questione forse non sanno che non è solo l’emergenza caldo a causare ritardi e soppressioni. Abbiamo infatti ricevuto da Trenord la segnalazione che in questi giorni sono emerse alcune criticità sulla circolazione dei treni sulle linee del Passante Ferroviario dovute a un anomalo consumo delle ruote dei treni. Criticità verosimilmente legate alla infrastruttura ferroviaria che invito a ripristinare con urgenza, così da limitare i disagi alla circolazione ferroviaria regionale che transita nel Passante”.

CONFRONTO SERRATO CON RFI E TRENORD – “In questi giorni – ha detto l’assessore – è proseguito un confronto serrato con Rfi e Trenord per capire le cause delle criticità da cui sono dipese la maggior parte delle soppressioni. E questa mattina, dopo attente analisi, RFI e Trenord hanno definito una serie di verifiche che inizieranno immediatamente. Per ora, abbiamo l’evidenza di un consumo anomalo delle ruote dei treni TSR che transitano nel Passante, determinando l’indisponibilità di oltre 30 treni e più di 100 soppressioni al giorno.

LE SOCIETÀ AGISCANO PER RISOLVERE I PROBLEMI – “Già da domani – ha proseguito Terzi – il servizio sarà rimodulato per effettuare i necessari interventi di manutenzione, ma invito le due società a prendersi le rispettive responsabilità e a risolvere il problema tempestivamente perché la circolazione sul passante riprenda a breve. Le modalità di intervento saranno quindi comunicate da Trenord ed Rfi che devono agire in sincronia ed essere pronte a gestire queste situazioni di emergenza”.

GLI INVESTIMENTI DI REGIONE LOMBARDIA – “Come Regione il nostro primo obiettivo è infatti quello di garantire la sicurezza dei viaggiatori a prescindere dalle sterili polemiche politiche o da petizioni online. Puntare il dito contro la Regione, che ricordo non gestisce ma programma il servizio ferroviario, è il classico atteggiamento strumentale tipico di una certa parte politica priva di una visione seria e responsabile e che, di fatto, vuol negare in modo anche risibile quanto fatto di positivo in questi anni, a cominciare dal programma di rinnovo della flotta dei treni finanziato da Regione Lombardia con 2 miliardi di euro, alcuni dei quali già operativi e in circolazione sulla nostra rete ferroviaria”.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome