M5S, Grillo ribadisce il no ai due mandati: a rischio anche Crimi e Cominardi

Con questo vincolo la classe dirigente del partito verrebbe quasi completamente azzerata. E sarebbero in molti a dover tornare al lavoro

0
Vito Crimi, foto da Facebook
Vito Crimi, foto da Facebook

Ci sono anche i bresciani Vito Crimi (già capo politico grillino e viceministro) e Claudio Cominardi (attuale tesoriere) – secondo quanto riportano diverse fonti nazionali – tra coloro che rischiano di non essere confermati in parlamento con il M5S. Beppe Grillo (padre e talvolta padrone del Movimento), infatti, ha ribadito con forza il “divieto” di andare oltre i due mandati in tutti gli incarichi. E le conseguenze sarebbero significative.

“Possiamo essere morti tra 15 giorni, non lo so – ha scritto l’ex comico sul suo blog – Ma so che questi nostri due mandati sono la luce nella tenebra, sono l’interpretazione della politica in un nuovo modo, come un servizio civile (…) Noi siamo questi e la legge dei due mandati deve diventare una legge di Stato. L’Italia si merita una legge sui due mandati e sui cambi di casacca”.

Parole che rischiano di far saltare quel poco che è rimasto dei cinquestelle. Con questo vincolo, infatti, la classe dirigente del partito verrebbe quasi completamente azzerata. E sarebbero in molti a dover tornare al lavoro (Crimi è cancelliere al Tribunale di Brescia, il palazzolese Cominardi lavorava come operaio) salvo deroghe, che al momento non appaiono comunque da escludere.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome