Tuffi fatali nel Garda: sei morti in un mese

Per alcune persone il Garda ha rappresentato una vera e propria trappola fatale

0
Esercitazione dei Vigili del fuoco a Sirmione (sul Garda), foto da Vigili del fuoco

Inghiottiti dalle acque del lago di Garda, quelle stesse acque che riempiono un bacino capace di offrire panorami mozzafiato e talvolta di offrire svago e refrigerio. Per alcune persone, però, il Garda ha rappresentato una vera e propria trappola fatale.

Sono sei le vittime che in un solo mese hanno perso la vita nel Benaco e ancora si cerca un turista cinquantaduenne, che si sarebbe tuffato per salvare il figlio di 14 anni che a sua volta si era tuffato rischiando di annegare.

Solo due giorni fa nelle acque di Desenzano del Garda l’ultimo dramma: a perdere la vita, probabilmente per lo shock termico indotto nel momento del tuffo, un quarantaduenne di origine polacca. E sempre lo sbalzo di temperatura potrebbe essere la causa dell’annegamento di un trentaseienne di origine sarda il cui corpo è stato trovato a 6 metri di profondità nelle acque del lago.

Stessa tragica fine, purtroppo, per un quarantunenne di Lecco in vacanza con la famiglia,  inabissatosi a Rivoltella, per 1 33 enne di origine pakistana e un cinquantottenne veronese.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome