M5S, “no ai due mandati”: fuori anche Crimi e Cominardi

La decisione non è ancora ufficiale. E, come noto, Giuseppe Conte si era espresso pubblicamente nella direzione opposta. Ma - secondo quanto riferisce Adnkronos - non ci saranno deroghe al limite dei due mandati all'interno del Movimento 5 Stelle

0
Vito Crimi
Vito Crimi

La decisione non è ancora ufficiale. E, come noto, Giuseppe Conte si era espresso pubblicamente nella direzione opposta. Ma – secondo quanto riferisce Adnkronos – non ci saranno deroghe al limite dei due mandati all’interno del Movimento 5 Stelle.

L’agenzia parla di “fonti autorevoli” secondo cui la decisione sarebbe “stata già comunicata dal leader del movimento Giuseppe Conte ai ‘veterani’ del M5S”. Se così fosse si chiuderebbero le porte del parlamento, ma anche di regionali ed europee, per alcuni dei nomi più noti del movimento. Tra questi Roberto Fico, Paola Taverna, Riccardo Fraccaro e Alfonso Bonafede. Per Brescia, invece, resterebbero fuori Vito Crimi (già reggente del partito) e il tesoriere Claudio Cominardi.

Non sono esclusi, però, nuovi colpi di scena – eccezioni, fuoriuscite o addirittura scissioni  – all’interno dei cinquestelle.

>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome