Ascensore per il Castello: via libera della Soprintendenza

La relazione che contiene il parere positivo della Soprintendenza prevede però alcune modifiche al progetto presentato da Brescia mobilità sulla scorta del precedente progetto a firma dell'architetto Cadeo

0
Un'immagine del progetto dell'ascensore - foto comune di Brescia
Un'immagine del progetto dell'ascensore - foto comune di Brescia

È arrivato in Loggia l’okay del Soprintendente archeologia, belle arti e paesaggio di Brescia al progetto dell’ascensore per raggiungere il castello.

Come riporta il quotidiano locale Bresciaoggi, si tratta di un passaggio fondamentale e propedeutico alle successive fasi che riguardano la realizzazione dell’infrastruttura, da tempo oggetto di discussione in città.

La relazione che contiene il parere positivo della Soprintendenza prevede però alcune modifiche al progetto presentato da Brescia mobilità sulla scorta del precedente progetto a firma dell’architetto Cadeo.

In discussione alcuni dettagli che riguardano non solo il tracciato e le due postazioni di ingresso e uscita, ma anche la scelta dei binari e della tipologia di cabina. Da quanto si apprende il binario sarà unico per limitare l’impatto ambientale dell’opera. Non è noto al momento il cronoprogramma dei lavori, perché ancora si attendono alcuni importanti passaggi.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome