🔴 Via dal supermercato con l’astice nel passeggino: prese tre ladre

Tre donne, due di circa trent'anni e una di cinquanta residenti nel bresciano e in Veneto, sono state individuate e fermate perché ritenute responsabili di un furto ai danni di un supermercato di Rezzato

0
Polizia locale, foto d'archivio

Ad incastrarle è stata la coda di… un astice.

Tre donne, due di circa trent’anni e una di cinquanta residenti nel bresciano e in Veneto, sono state individuate e fermate perché ritenute responsabili di un furto ai danni di un supermercato di Rezzato compiuto qualche mese fa.

Le ladre, secondo quanto riportano i media locali le due più giovani, avrebbero riempito un passeggino con prodotti di ogni genere, tra cui anche un astice, per alcune centinaia di euro. Scoperte da una vigilante, erano state invitate a restituire quanto sottratto al negozio e che pare avessero nascosto anche sotto gli abiti, ma loro per tutta risposta si sarebbero scagliate contro di lei. A quel punto sarebbero corse all’esterno del supermercato   raggiungendo la complice e fuggendo in automobile. Le indagini sono poi state affidate alla Polizia Locale che ora, grazie al sistema di videosorveglianza e ad alcune testimonianze, ha individuato le tre malviventi che dovranno rispondere di rapina impropria.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome