🔴 Garda, armato di taser rapina l’ex datore di lavoro per rubargli il bitcoin

La vittima ha riportato lesioni giudicate guaribili in 40 giorni. Le forze dell'ordine sono alla ricerca del complice

0
Shenzhen, CC BY-SA 4.0 , via Wikimedia Commons

Un 25enne è stato arrestato con l’accusa di aver aggredito l’ex datore di lavoro per rapinarlo di preziosi e dei bitcoin che custodiva nel suo conto online.

A riportare la vicenda, ancora da chiarire in molti dettagli, è l’edizione odierna del Giornale di Brescia. Stando a quanto si apprende, la vittima (un 30enne attivo in città, ma residente sul Garda) sarebbe stata aggredita in casa da due giovani incappucciati e armati anche di taser. I malviventi lo avrebbero pestato e quindi legato a una sedia, utilizzando contro di lui diverse scariche elettriche. Ma il 30enne ha resistito e, nonostante le violenze, non ha comunicato i codici del proprio conto online ai rapinatori, che se ne sarebbero andati con un paio di bracciali d’oro e un cellulare.

La vittima ha riportato lesioni giudicate guaribili in 40 giorni. Mentre uno dei presunti aggressori – riferisce sempre il Gdb – è stato riconosciuto da una vicina: quando le forze dell’ordine si sono presentate da lui aveva addosso ancora walkie talkie e guanti di lattice usati per il colpo. E’ accusato di rapina, lesione e porto abusivo di arma. Le forze dell’ordine sono alla ricerca del complice.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome