🔴 Bassa, rapito e lasciato appeso a un ponte per i debiti di droga

I cinque arrestati sarebbero coinvolti in un giro di droga che andava ben oltre i 20 grammi recuperati e che veniva smistata in diversi paesi della Bassa (tra cui Bagnolo, Ghedi, Leno, Manerbio e San Zeno)

0
foto da Carabinieri

Emergono nuovi, inquietanti, dettagli sul contesto che ha portato ieri le forze dell’ordine a eseguire cinque ordinanze di custodia cautelare nei confronti di altrettanti spacciatori attivi nella Bassa bresciana.

La certezza è che alcune delle persone coinvolte erano pronte a tutto per difendere i propri affari. Basti citare un episodio, emerso dalle indiscrezioni giornalistiche pubblicate oggi da diversi giornali. Lo scorso giugno, un uomo dipendente dalla cocaina che doveva 7mila euro agli spacciatori sarebbe stato portato a Manerbio, su un ponte che scavalca il fiume Mella, e poi – con la minaccia delle armi e della violenza – costretto ad appendersi per le mani allo stesso ponte, da dove si è buttato nel disperato tentativo di sfuggire agli aguzzini. Dalla denuncia della vittima (che aveva già pagato 50mila euro, facendo uso anche del proprio Tfr per pagarli) sono scaturite le indagini che hanno portato ai cinque arresti.

Stando a quanto si apprende, le persone sarebbero coinvolte in un giro di droga che andava ben oltre i 20 grammi recuperati e che veniva smistata in diversi paesi della Bassa (tra cui Bagnolo, Ghedi, Leno, Manerbio e San Zeno).


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome